- I frammenti di Mekaora -

Racconto di Deo19

- Capitolo 5: La foresta di Damebos -

La donna era priva di sensi e con delle ferite gravi. I piccoli lo guardarono, e si misero davanti alla donna, come per proteggerla, e si prepararono a lanciargli pietre di piccole dimensioni. Link si protesse con lo scudo. "Non... fategli del... male...". La donna parlava faticosamente. "Non parlate, madre. Siete troppo stanca" disse uno dei due piccoli. "No... io... devo parlare... al... ragazzo...". Gli fece segno di avvicinarsi, e così fece.
"Ascolta... quell'uo... mo... ha rubato il framm... ento... devi subito... andare... dall'Albero Dek... u... nella foresta di Damebos... i ragazzi ti aiuteranno... oh,eroe... ricorda... solo tu... puoi riusc..." e smise di parlare. Era morta. "Madre!" I piccoli urlavano. "Madre! Ascoltami!Madre!". Si misero a piangere, poi si voltarono verso Link, singhiozzando forte, e uno dei due cominciò a parlare. "Lei era nostra madre,la regina Sabeda. Lei per proteggerci è... è..." e si rimisero a piangere forte. Dopo un po', uno dei due ricominciò a parlare. "Una grossa creatura con tante braccia e tante gambe, e con delle liane sulla schiena e degli occhi fuori dalle orbite è venuta qui, e ha cominciato a distruggere la città finchè non è arrivata al castello. Nostra madre ci ha protetti dall'attacco di un uomo che era al suo comando, e siamo riusciti a scappare fin qui. Appena è arrivato quell'uomo,la palude si è prosciugata. Ha rubato il tesoro reale, una pietra magica, e poi se ne stavano andando,quando sono arrivati i famosi ladroni del Canyon Fale, che hanno cercato di rubare anche loro la pietra. Hanno distrutto tutta la città. Sono stati sconfitti da quell'uomo che... che..." E si zittì. Passò un altro momento,poi riprese. "Devono essere andati alla foresta di Damebos. Per raggiungerla devi andare verso quel colle" e indicò una collina in lontananza. "Una volta superata, ti ritroverai nella foresta. Ma per trovare gli abitanti, devi trovare un vecchio ceppo, spostarlo ed entrare dentro il buco che troverai. Lì troverai L'Albero Deku." "Vendica nostra madre, per favore" aggiunse il secondo, pieno di lacrime. Link annuì."Noi ci rifugeremo nel lago, non ti preoccupare. Vai". Link si diresse verso il colle. C'era una lunga salita ripida.Il ragazzo ci mise tutta la giornata ad arrivare in cima, e quando fu sera,decise di accamparsi lì.
Un uomo era fermo in piedi in lontananza, e dietro di lui c'era un grosso triangolo dorato. Dall'altra parte della strada c'era una donna, e anche dietro di lei c'era un grosso triangolo dorato. In mezzo c'era Link, e pure lui aveva il triangolo dietro di lui. Di fronte,c'era una strana ombra, molto grande, che si stava voltando verso Link, e...
Link si svegliò di colpo per via di un rumore di passi. Si alzò in piedi, e vide che degli uomini stavano salendo la collina. Pensando che fossero i banditi o l'armata dell'uomo misterioso, cominciò a correre in direzione della foresta. Cadde, e comincò a rotolare fino al bosco. Si rialzò in piedi, dolorante, e cominciò a perlustrare la foresta. Ad un certo pnto, vide un uomo seduto su un masso. Link sfoderò la spada, e fece per colpirlo. Ma si fermò: era Terry. "Link, quanto tempo. Che fine avevi fatto? Vuoi questa gemma preziosa? Per te solo... ehi,dove stai andando? Non ti ho venduto niente!" disse al ragazzo, che si era messo a correre. Aveva visto un ceppo. Provò a spostarlo, ma niente. Non era quello giusto per andare dall'Albero Deku. Ricominciò a correre: arrivò in una radura piena di ceppi. Qual era quello giusto? E mentre se lo chiedeva, la mano di Link si illuminò nuovamente. L'uomo era comparso davanti ad un ceppo, che fu indicato dalla sua mano, e scomparì. Link provò a spostarlo, ed ecco che si mosse. C'era un buco molto profondo. Si buttò, e cadde su una morbida foglia. Si rialzò in piedi, e vide molti bambini giocare, parlare e camminare. "E tu chi sei?" chiese un ragazzino. "Non sei un Kokiri, vero? Sei adulto. Beh, bando alle ciance. Benvenuto nella Foresta di Damebos. Qui abitano i Kokiri, vegliati dall'Albero Deku, che si trova laggiù". E indicò un grosso vecchio albero. Corse verso di lui. "Ehi, dove corri?" Chiese il ragazzo. Tutti fissavano Link. Arrivò dall'Albero, che subito cominciò a parlare. "Oh, sei tu dunque l'eroe? Tieni il frammento. Fai presto, vai al castello di Hyrule. Stanno venendo qui. Voi Kokiri, dovete fuggire assieme a questo ragazzo in un'altra città. È per il vostro bene. Forza, scappate ora!" E non disse altro. Link prese il frammento, e chiamò i Kokiri che non sapevano cosa fare. "Muovetevi!" strillò l'Albero Deku, e cominciarono a raggrupparsi attorno a Link, che uscì dalla foresta attraverso un'altra uscita indicata da un Kokiri. Da quell'uscita, arrivarono in un'altra collina. Si voltò, e vide la foresta in fiamme. Molti ragazzi urlarono, e fecero per correre verso la foresta, ma Link li fermò, e disse loro che sarebbero andati a Hyrule. Dando un'ultima occhiata al bosco, si voltò e si diresse verso la città, seguito dai Kokiri.