- Zelda 21st century -

Racconto di Ixior

- QUARTO CAPITOLO -

Nubi oscure coprivano il cielo. Niente di strano, trattandosi del cielo delle terre del Crepuscolo. Però c'era comunque qualcosa di eccezionale, di atipico in quelle nubi. E c'era qualcuno disposto a scoprire cosa fosse. Era una figura tetra, coperta con una tunica talmente oscura che nascondeva il suo viso. Fissava immobile il cielo, quasi fosse una statua.
"Lo hai percepito pure tu, vero?".
L'ombra si girò, per vedere chi avesse formulato quella domanda.
"Buonasera, principessa. Di cosa sta parlando?" rispose prontamente, avendo riconosciuto la sua interlocutrice.
"A meno che non mi ricordi male, è gia da un bel po' di tempo che non sono più principessa, non è così?" fece notare la donna, che era ormai a qualche metro da lui.
L'ombra si inchinò. "Mi perdoni, mia regina, non succederà più..."
La donna si avvicinò ancora di più, lasciando pochi centimetri tra il suo viso e quello impenetrabile dell'essere incappucciato.
"Non potrebbe importarmi di meno non essere chiamata ciò che sono. Però non posso tollerare che qualcuno, e tantomeno tu, mi menta. Quindi dimmi, cosa ti dicono le nuvole?"
L'ombra si raddrizzò.
"Nel mondo della luce sta per tornare Lui, sua Maestà. E dicono che questa volta non sarà solo. inoltre una volta che avrà finito la, tornerà con mano di ferro da noi. E..." L' uomo riabbassò la testa.
"E...?"
"Ed esigono che io la accompagni nella sua missione." concluse l'ombra.
"E così farai. O preferisci forse che la tua regina si avventuri in un mondo vasto e sconosciuto in balia dei pericoli del Male?" Era una domanda retorica.
L'ombra estrasse, veloce come un fulmine, una spada e la porse alla sua sovrana. Era un gesto militare. Voleva dire "al suo servizio". Dopodiché si allontanò.
Vai, vai. Preparati al viaggio. Alla "mia missione", come ti piace chiamarla. Si torna al mondo della luce. Si va dall'altra parte della moneta, o quello che ne sarà restato. Si torna da... un brivido di nostalgia percosse la schiena della donna ... Link.
La regina del Crepuscolo si girò di scatto.
"Ixior, evoca lo specchio". L' ombra, che non si era allontanata più di tanto, si smaterializzò nel momento preciso in cui sentì l'ordine.
Ixior, l'ombra più oscura del nero stesso, era il generale dell'esercito del Crepuscolo. E la donna era la regina del Crepuscolo. Midna.