- My Tingle RPG -

Racconto di Pepogarross

- PEPO_GARROSS PORTA LA GONNA IN FAMIGLIA -

Non so cosa mi prese quel giorno ma di getto salii su quella automobile e mi accorgevo che mi stavo sperdendo... È veramente una storia molto strana da raccontare ma non posso far altro che rendervi partecipi di questa mia esperienza. La chiamavano "Lady Laser" perché amava rapinare le Banche di Urbanik Town con i suoi raggi fotonici. Nessuno era mai riuscito a vederla da vicino. Nemmeno l'unità eccelsa dei Viewtiful Cops era riuscita ad acchiapparla. Sembrava una sfida molto complicata ma valeva la pena di rischiare. Il giornale non mi chiamava più da qualche mese ed avevo voglia di rientrare nel giro del giornalismo che conta con un reportage da urlo. Fotografare Lady Laser e riuscire pure a strapparle un'intervista. Così mi misi alla volta della nebbiosa Urbanik. Gli alberghi erano tutti chiusi ma io non mi persi d'animo e passai la mia prima notte in auto... Non sapevo assolutamente dove parcheggiare il mio automezzo e perciò decisi di cercare un posto che non desse troppo nell'occhio. Un muro di mattoni grigiastri colpì la mia attenzione: C'era affisso un manifesto molto interessante. Informava la cittadinanza che il Boss Urbanik avesse aperto un nuovo casinò con bordello annesso... Perché non visitarlo... Là mi sarebbe venuta sicuramente un'idea, pensai... Ci andai e non fui accolto proprio benissimo. Chissà perché non mi fecero entrare... Sicuramente stavano nascondendo qualcosa... Sì, ma cosa stavano nascondendo? Non so come mai ma avevo la netta sensazione che Lady Laser e quel bordello fossero collegati. Forse erano rivali oppure uno serviva all'altro per portare avanti lo sporco lavoro.

Tornai alla mia automobile. Reclinai i sedili e mi addormentai. Dopo poco sentii un rombo di motore provenire da quei mattoni grigi... E ad un certo punto una macchina velocissima usò il mio autoveicolo come trampolino... La mia cara Micra Rossa si ribaltò completamente... Meno male che me la ero fatta modificare ben bene... Nemmeno un graffio perché subito dopo il primo colpo si attivò la cellula protettiva... Ma chi era quel pazzo che si lanciò nel vuoto a tutta velocità? Ormai non ero più in tempo per seguirlo... Che peccato... Forse sarebbe ritornato... Doveva ritornare... Parcheggiai la mia automobile contro il muro grigio. Quella decisione si rivelò sbagliata visto che i vigili mi fecero una multa per aver parcheggiato in divieto di sosta... Eppure io il cartello del divieto di sosta non lo riuscii a vedere. Poco dopo scoprii che era stato il pilota misterioso ad infinocchiarmi così alla svelta... Tutta colpa del mio sonno pesante. Sicuramente nella notte mise il cartello a mia insaputa e chiamò i vigili subito dopo. A Urbanik non si può sgarrare perché i funzionari della legge fanno rispettare molto bene il codice della strada. Subito dopo arrivai a scoprire che il pilota misterioso mi aveva pure lasciato un biglietto nei pantaloni...

"Sogni d'oro dormiglione, cercavi me? Non credo che tu volessi fare qualcosa di male... Ma la prossima volta vedi di parcheggiare meglio la tua auto... Lady Laser"

Ero vicino al nascondiglio di Lady Laser e manco me ne ero accorto... Ad ogni modo nemmeno i poliziotti erano mai riusciti ad accorgersene prima di me... Beh, non mi rimaneva che ricominciare a dormire. Ad un certo punto un tizio mi venne a svegliare dicendo che avevo solo 3 minuti per pagare la multa... Altrimenti mi avrebbero sbattuto in cella... Io non credetti ad una sola parola pronunciata da quel tizio dall'aspetto femmineo... Ma feci male visto che dopo 2 minuti sentii delle sirene molto lontane... Iniziai a scappare e vidi all'orizzonte un nascondiglio niente male... Mi ci nascosi ed alla fine... Fui risucchiato da una forza misteriosa... Mi ero trasformato in palla. Come è possibile una cosa del genere... E ora non mi restava che aspettare un'entità misteriosa dotata di stilo che mi facesse ritrovare la strada di casa... Mi disegnò la strada per trovare casa mia e non solo... Andai a sbattere contro un'altra palla... Quella palla si trasformò in un tipo dall'armatura arancione... Io invece ripresi la mia forma... "Ciao Uomo, mi hai trovato." Si tolse il casco e continuò "Io sono Lady Laser, e tu sei caduto nella mia trappola... Non uscirai mai da questa casa..."

"Noooo..."
"Ma cosa urli alle 3 di notte... Alle 4 i tuoi cucco iniziano a fare un macello terribile ed io non riesco più a dormire... se ti ci metti pure tu a farmi svegliare così presto... Non mi dire che mi hai sognato di nuovo..."
"Sì cara, ti ho sognato di nuovo e questa volta mi volevi rinchiudere in una gabbia insieme a Peter Gabriel".
"Ancora con 'sto Peter Gabriel, non mi dire che ti sei innamorato di lui... Non fai altro che rammentae Peter Gabriel ed i Genesis... Avevi dei buoni soldi da spendere e ai voluto comprare foxtrot e il live del 1973 al posto di metroid per DS... Almeno potevo ricavarci qualcosa per diritti di immagine..."
"Io non comprerò mai dei giochi che ti vedono come protagonista... Io compro al massimo Smash Bros." "Eh, certo, ed io so pure il perché... Lo so che sei ancora innamorato di Peach... Ora predo la pistola... Te lo faccio tutto rosso quel bel culetto..."
"No Samus, calmati... Ritorna a letto. Quando ti arrabbi mi fai paura..."
"Ma io non potrei mai fare del male al mio topolino... Smack... Buonanotte".

Non ho affatto sonno e perciò vado in soggiorno ad ascoltare per la ventesima volta in una settimana The Musical Box dei Genesis. La parte finale mi fa letteralmente sbavare... Oppure mi vado a fare un caffè... Anzi no, scendo in paese e vado a fare 2 chiacchiere col guardiano del cimitero. Anche lui è un fan dei Genesis... Ci scambiamo un po' di pareri. Devo ancora portargli la pala che mi aveva prestato tre giorni fa. Se non gliela restituisco come farà poi a scavare le fosse? Mi ha promesso che mi porta a fare un giro al tempio delle ombre... Mi han detto che in quel tempio la realtà è relativa... Ci sono alcune cose che non si riescono a vedere ad occhio nudo ma è necessario avere una lente speciale... Con i miei poteri divini sono riuscito a creare questo tipo di lente... L'ho indossata e mi sono guardato allo specchio... Che gran fico che ero.

Ad ogni modo mi sono diretto verso la cascina di Dampei, questo era il nome del guardiano del cimitero. Suono il campanaccio e lui mi fa subito entrare.

"Gradisci un po' di latte e miele?"
"Sarebbe meglio con un po' di rum."
"Caro Pepo, tu non cambi proprio mai. Ricordo ancora quando andammo a Hyrulandia al parco dei divertimenti e tu pretendevi che la signorina del chiosco Zora ti desse un po' di latte e rum. Lei continuava a ripeterti che in un parco giochi per bambini non vengono servite bevande alcoliche e tu ancora più cocciuto le dicevi che i poveri papà hanno bisogno di un po' di rum... Che risate..."
"È proprio vero, ci divertimmo davvero tanto quel giorno. Peccato che adesso sono un dio a tutti gli effetti e nella mia vita terrena ho una moglie da accudire. Anzi, diciamo che è lei ad accudire me."
"Pepo, non ho mai capito chi porta i pantaloni in casa tua..."
"Lei, ovviamente... A me sono sempre stati stretti. Io preferisco di gran lunga le gonne al posto dei pantaloni. Ho sempre avuto al mio fianco delle donne più forti di me... Persone che ottengono tutto quello che vogliono. Io al contrario ho ottenuto tutto grazie alla fortuna di essere un semidio. Se fossi stato un comune mortale... Probabilmente avrei accudito i cucco per tutta la mia vita. Sarei arrossito ogni volta che incontravo una ragazza e mi sarei messo insieme ad una ragazza senza corteggiarla..."
"In che senso?"
"Nel senso che sarei stato così timido ed impacciato che non avrei mai fatto la prima mossa. E se poi ella mi avesse rifiutato sarei rimasto traumatizzato per tutta la mia vita."
"È proprio vero, conoscevo un tipo che ha vissuto una vicenda simile. Alla fine ha deciso di scagliare la luna addosso alla donna che bramava di più e che gli chiedeva ogni giorno una prova d'amore illudendolo e mettendogli le corna con un tipo svaporato... Che brutta storia."
"Ho sentito parlare anch'io di quella vicenda. Ma lasciamo perdere queste cose... E i Genesis?"
"Aspetta... Ti faccio vedere cosa ho comprato. From Genesis to Revelation.. È il primo album in assoluto."
"Nooo. Sei riuscito a trovarlo? Ma dove lo hai preso. Io pensavo che fosse introvabile..."
"All'Hyrule Media Store sono riuscito a trovare molti album dei Genesis e tutti a poco prezzo... Figurati che questo l'ho pagato 5.90... Un affarone..."
"Ma saranno delle cover..."
"Ma che cover e cover... Questo è un album non autorizzato. Qua le grandi case discografiche non c'hanno i diritti. È un'etichetta indipendente e perciò non costa poi molto... Se non ci fossero le major, la musica costerebbe molto meno e i giovani artisti guadagnerebbero di più... Questo è il mio parere."
"Ma sei andato fino al borgo antico di Hyrule per comprare il disco?"
"Ma cosa dici... Hanno aperto un nuovo store vicino al Ranch Lon Lon... Diciamo che hanno creato un grande centro commerciale... E pensare che lì una volta era tutta campagna e l'eroe leggendario cavalcava tranquillo."
"Che bei tempi... Ormai tutto il regno di Hyrule è veramente invivibile... Si salvano le montagne e i laghi perché sono diventate riserve naturali... Meno male che i miei Zii sono stati i primi a sensibilizzare le persone verso un turismo responsabile ed ecosostenibile... Se lo seguissero pure i Gerudo il regno andrebbe sempre meglio... Ed invece stanno costruendo nel deserto grandi alberghi a forma di isola... Hanno pure chiamato un architetto che ha lavorato molto tempo in Dubai... Stanno cementificando tutto e vogliono pure prendere il tempio degli spiriti e trasformarlo nel Casinò più grande di tutto il mondo... E poi stanno portando troppa acqua... Io ho paura che un giorno o l'altro quando le dighe si romperanno tutto il Regno di Hyrule verrà inondato... Stanne certo..."
"Non ce la gufare... Hyrule non può essere inondata in questa maniera... A proposito... Prima che me lo dimentichi... Stanno cercando un ragazzo che si occupi del reparto musica al media store. Che ne dici. Mandagli subito il tuo curriculum. È un lavoretto part-time. Non ti dovrebbe causare molti problemi."
"Okay Dampei, ci penserò. Anzi quasi quasi oggi vado al centro commerciale con Samus... Facciamo una bella passeggiata romantica. Che ore sono? Accidenti... Sono già le 8... ora devo preparare la colazione a Sam... Ciao Dampei e grazie per l'ospitalità."
"Quando vuoi, io sono sempre qua... Di solito le persone non amano molto parlare con un becchino. Ciao e saluta tua moglie."
"Presenterò caro Dampei."
Che bravo ragazzo che è Dampei, peccato che è gobbo e ed è cieco da un occhio... Avrebbe trovato mlto facilmente una donna, anzi una GNARA come dice Mikau... Chissà se Mikau lavora sempre al media store nella piazza del Mercato... O forse l'hanno spostato da qualche altra parte... Boh. Ora non mi resta altro che preparare la colazione alla mia bella mogliettina... Chissà quanta voglia di me avrà stamattina...

"Amore, ho voglia di te... Vieni..."
"Vengo subito Sam, un minuto e sono da te..."
"Fai presto tesoro."

Ora lascio perdere i particolari e soprattutto non oso raccontarvi perché la tazza del latte si è rotta...
Ci vestiamo. "Ma Sam... Devi per forza metterti quell'orribila tuta azzurra?" "Ricordati caro, che io sono reperibile... Oggi non ho il giorno libero ma posso sempre essere chiamata per qualche spedizione." "Ho capito... Peccato, avrei tanto voluto che tu ti mettessi quella bella maglietta con lo scollo vertiginoso che accentuava le tue forme scolpite..." "Tu non sei normale... I maschi farebbero di tutto per coprire le donne da sguardi indiscreti e tu non fai altro che farmi scoprire in pubblico... Sei proprio figlio dello Showbiz... Vuoi far vedere a tutti con che pezzo di donna stai... Tanto lo so che tu mi usi per essere al centro dell'attenzione... È per questo che ti ho sposato." "Ma non hai mai pensato che anch'io ho un paio di occhi e un altro paio di cose abbastanza rotonde e che ho sempre voglia di te e ho molto piacere a vederti in tenuta sexy..." "Ok, ok... porto la tuta dietro e indosso quel completo che mi hai regalato per l'anniversario. Contento ora..." "Non fare quegli occhi teneri, ruffiano." "Ma io non sono un ruffiano..."

Arrivammo al centro commerciale e dopo un po' notai che il centro si chiamava "The Mikau's Mart"... Accidenti, Mikau aveva fatto veramente tanti soldi... Un centro commerciale di tali dimensioni chissà quanto gli era costato.
A me ora francamente non interessava assolutamente degli affari dell'ex chitarrista degli Indigo-Go. Appena entrati nel centro commerciale io e mia moglie cerchiamo di vedere quante persone ci chiedono l'autografo. Di solito vinco sempre io. L'altro giorno dal lattaio ho fatto l'autografo a 30 persone mentre Samus ne ha fatti solo 19. Ora però Metroid Prime è uno dei giochi in testa alle classifiche mondiali e temo che oggi Samus vinca e che per punizione mi mandi in bianco per 3 notti di seguito. È già successo una volta quando io le dissi una piccola bugia. Un anno fa invece facemmo una scommessa: "Chi è il più famoso tra noi due?" "Sei tu caro. Ma il giorno che io firmerò più autografi di te ti manderò in bianco per tre notti consecutive." "Okay, tanto non succederà mai..."
Le porte scorrevoli non fanno in tempo ad aprirsi che siamo travolti da una folla festante... La mia mano scorre velocissima su tutti quei quadernetti... "Come ti chiami bella mia?" "Mi chiamo Hillary" "Ok, ad Hillary con affetto. Pepo... Tieni. E tu come ti chiami?" "Mi chiamo Laurene" "A Laurene con affetto. Pepo... E tu bel bambino come ti chiami?" "Mi chiamo Paolino Paperino" "A Paolino Paperino con molta simpatia. Pepo... E tu bell... come..." "Mi chiamo Peach, principessa Peach... Vorrei anch'io un autografo" "Certo, anche se dovrei essere io a chiedertelo. Il tuo platform è una delle cose più belle che io abbia mai visto... Finalmente quel pancione di un idraulico squattrinato non fa il protagonista per questa volta... Ma ora te la fai con la quarta reincarnazione di mio Fratello... Stai con Margra non è vero?" "Non sto più con Margra... È scappato con una governante che si trasforma in gufo quando c'è la luna piena..." "Strano, anche la nostra donna delle pulizie si trasforma in gufo... Non la posso sopportare... Mi prende sempre in giro dalla mattina alla sera... E perciò ora saresti single" "Per te sono sempre single"
"Pepo... A quanti autografi sei? Io sono già a 18... E guarda che fila di bambini c'ho qua... Ci sono pure Seymour Sigma e Rubysephiroth... Ah, vedo che sei in dolce compagnia. Ciao Peach. Come va?"
"Io sto molto bene e tu?" "Bene assai, ho visto che il tuo gioco è in prima posizione." "E tu sei seconda..." "Ma risalirò presto stanne certa..." "Ad ogni modo se vuoi vincere la sfida degli autografi caro Pepo non ti resta altro che allearti con la tua cara principessa... Io ne ho già firmati 40.." "Ehi ciccia, non fare tanto la sborona..." "Ehi Samus, datti una calmata... Peach è una mia cara amica." "Bene allora, stai con la tua amica... Ma poi non venire a piagnucolare quando Peach ti lascerà di nuovo... Vado subito a chiedere il divorzio..." "Ma che divorzio e divorzio..." "Ehm, divorzio? Ma siete sposati? E non mi avete mai invitato?" "Veramente il nostro è stato un matrimonio molto segreto a cui hanno preso parte solo i partecipanti del reality show sull'Isola di Tingle."

"Beh ragazze, visto che avete tante cose da dirvi. Io vi lascio un attimo che vado a salutare il proprietario del centro commerciale e vedo se trovo un lavoro."
"Ciao e in bocca al lupo tesoro mio."
"Ciao Pepo caro... Tutti i Toad ti salutano."

Vado in cerca dello studi del Big Boss ed ad un certo punto mi imbatto in un portone dorato. Busso e ad un certo punto qualcuno mi dice: "Parola d'ordine?" Ed io "Man, I feel like a woman" "Bene straniero... 3X3?" "9" "3+3" "6" "6+9" "in realtà farebbe 15 ma sono sicuro che la parola d'ordine è 69" "Perfetto puoi entrare... Onnipotente Pepo. Questa è sempre casa tua" "Ehi Mikau, vecchio mio come va? M'aspettavo di vederti con qualche Gnara in giro per i parketti" "Ormai sono cresciuto e non sono più un anarchico sovversivo che ama attentare alla vita tutti i sovrani del mondo, rischiando di essere giustiziato nella pubblica piazza di un reame lontano anni luce dalla mia bella Termina" "A proposito di Termina, ma cosa ci fai qua? Qua non siamo a Termina. Siamo ad Hyrule, o quello che ne rimane dopo tutta la cementificazione selvaggia degli ultimi anni. Hanno disboscato la foresta perduta e hanno messo in galera tutti i Kokiri che si sono incatenati agli alberi... Hanno rovinato questo mondo... Ed io non posso farci niente... L'unica cosa che posso fare è avvalermi della mia prerogativa massima... Mandare un diluvio universale e trasformare Hyrule in un oceano... La popolazione verrà decimata e il progresso verrà azzerato. Dovranno ricominciare dall'età della pietra... Ma come faccio a distruggere il mondo in cui vivo?" "Sono sicuro che ci siano ancora degli Hyruleani intelligenti... La popolazione rinsavirà presto." "E perciò tu mi daresti del cretino... Sono stato io che ho disboscato la Foresta Perduta... Mi serviva molto legno per costruire un grande Parco di Divertimenti acquatico e non solo vicino al Dominio Zora." "Tu sei un crudele assassino... Sei fortunato che professo la non violenza... Ma come mai sei diventato un lurido plutodipendente... Io ti credevo uno dei ragazzi più intelligenti e meno attaccati al denaro... Sei proprio invecchiato malissimo" "Si vede proprio che non sei più un mortale. Non sei stato forse tu a dirmi che nella vita le rupie contano molto. Ora ovviamente fai finta di niente perché sei diventato un dio caritatevole e dei soldi non te ne frega niente... Io ti faccio una proposta... Ti faccio diventare amministratore delegato della mia compagnia e anche vice-presidente... Sarai la seconda carica più importante della mia compagnia... Voglio proprio vedere se non ti affezioni ai soldi... Io non credo che tu non sbavi più dietro a qualche bella rupia dorata..."
"Okay, accetto. Ricordati che sono un dio e che la parola rupie non mi fa effetto. È come dire vagina ad uomo di cento anni"
"Io ti sfido. Dai mettiti al lavoro. Quella là è la tua scrivania." "Prima però devo chiamare mia moglie" "Fai pure, quello là è un PC collegato ad Internet a banda larga... Ho installato Hyrule Messenger e puoi chiamare pure i cellulari... E puoi pure videochiamare..." "Bello quell'impianto, lo vorrei avere anch'io a casa mia. Ma chissà quanto mi costa." "Costa assai. Ma se lavori qua per me te ne potrai comprare anche 100 di quegli arnesi"
"I miei fedeli dicono sempre che Agahnim fa le pentole ma non i coperchi... Dove è la fregatura Mikau?" "Ma quale fregatura, con me tu hai solo da guadagnare. Questo è un segno della nostra vecchia amicizia... Voglio solo dimostrare a tutto il mondo che il dio denaro è molto più forte dell'onnipotentuccio PepoGarross... Bwahahaahahaha..." "Beh, Mikau... Io non lavoro più con te..." "Ma hai firmato un contratto..." "Guarda cosa ne faccio del tuo contratto... Urghhh... ma come è possibile. I miei poteri non riescono a sbriciolare quel pezzo di carta..." "Ma credi veramente che io sia Mikau... Dai fratellino... Sei diventato veramente un lesso" "Agahnim... Avevo capito che dietro a tutto questo c'eri tu. Cosa vuoi adesso dalla mia vita..." "Niente, volevo solamente sapere come stava il mio caro fratello." "Che fine ha fatto Mikau?" "Sta in cella insieme a tutti quei Kokiri e a tutti quelli che si oppongono al progresso di Hyrule." "Beh, Agah. Incontriamoci stasera nella piana di Hyrule... Fai in modo che i tuoi adepti ti preghino... Stasera sarai sconfitto duramente." "Vedremo fratello... Intanto io ho distrutto il tempio del divino amore garrotideo. Il vicario di Pepogarross in terrà è privo di ogni magistero spirituale... Mi sa che quei pretucoli che ti ritrovi non riusciranno mai a dire messa per celebrarti... Addio Pepo!! Aspetta un attimo... Mi suona il PC... Accidenti a quando non ho messo lo stato invisibile Skyrule... Ciao, come va? Io sto molto bene. In questo momento stavo parlando con mio fratello... Ah, devo venire subito là da te. Okay... Ehi Pepo, non ti dimenticare che prima o poi ritornerò... E la mia vendetta sarà durissima."
A questo punto non mi resta altro che cercare Mikau... Ma ad un certo punto tutto scompare e il centro commerciale si trasforma in una puzzolente drogheria. Dietro uno scaffale vedo Samus che firma autografi ai nipotini del vecchio droghiere. "Ehi Samus, ma tu non eri al centro commerciale." "Quale centro? Io sono sempre rimasta qua... Ma cosa ti è successo, sembra che tu abbia fatto un viaggio mistico... Oppure..." "Te lo giuro, ora che sto con te non mi dedico più all'onanismo... Te lo giuro." "Beh, sarà... Eppure l'espressione sembra la stessa..."
"Ehi Pepo, tu non cambi proprio mai..." "Ehi Mikau, vecchio mio. Come va?" "Io sto benissimo, anche se ieri sera ho giocato fino alle 5 di mattina a calcetto in un parchetto a Limbiate" "Strano, anche mio fratello gioca nei parchetti di Limbiate. Ma cosa ci sarà di tanto interessante nei parchetti di Limbiate." "Limbiate è diventata la nuova capitale del gioco sfrenato alla mattina presto... Dovresti venire anche tu una sera... Magari porta pure qualche Koopa che facciamo una partitina." "Okay Mikau, vengo con una squadra di Koopa. Ti stracceremo."

Il ritorno a casa è stato eccitante. Ho aperto il libro di storia contemporanea aggiornato al 4856 e sono subito colpito dopo aver letto un paragrafo nel penultimo capitolo... Perché sono già all'ultimo capitolo? Perché a Termina i libri si leggono da destra verso sinistra... Mentre ad Hyrule si va da sinistra a destra. Perciò ho iniziato dalla fine... Ad ogni modo... Il paragrafo si intitola "La scomparsa della Democrazia Hylian e l'avvento di Pepogarross".

"La maggiore novità nel panorama politico hyruleo fu rappresentato dall'ingresso di Pepo Garross, già legato al Socialismo Hyruleo di Darunia, Showman, imprenditore, produttore, proprietario di telefonia mobile e proprietario di significative partecipazioni finanziarie, assicurative, edili e di raccolta pubblicitaria. La sua decisione di 'scendere in campo' era motivata dall'esigenza di impedire un possibile successo delle forze filohyliane e tradizionaliste, che avevano già conseguito importanti affermazioni nelle elezioni amministrative del dicembre 4843. Dominio Zora (Ruto), Valle Gerudo (Afef Jnifen), Foresta Kokiri (Mido). A tal proposito Pepo Garross intendeva riunire gli elettori tradizionalmente favorevoli alle ipotesi riformiste di ogni genere e natura, raccogliendo molti delusi della Socialdemocrazia Rivoluzionaria Goron, Partito dell'Arcobaleno e aggregandoli in una coalizione aperta. Per realizzare simili obiettivi, a cui andava aggiunta la preoccupazione per le sorti del suo impero mediatico, minacciato sia dai debiti sia da ipotesi di restrizioni normative in materia di vendita della propria immagine in tutte le salse, nel gennaio del 4844 diede vita ad una nuova formazione politica, Partito dell'Amore Garrotideo, comunicando agli hyrulei l'avvenuta nascita con un videomessaggio di circa nove minuti. [...] Molto importante fu il linguaggio adoperato da Pepo Garross, estremamente semplificato, volgare e diretto, spesso caratterizzato da metafore calcistiche, sessuali e altre espressioni da baretto volte a fare presa sugli elettori e a dimostrare una sostanziale diversità rispetto all'oscuro vocabolario politico tradizionale. In termini programmatici, il PDAG di Garross univa l'insistenza su alcuni valori cari all'elettorato socialriformista, come il riconoscimento del matrimonio tra razze differenti, la creazione di una pensione speciale alle popolazioni kokiri e in ultimo la creazione di un milione di nuovi posti di lavoro."

Che bei tempi... Quando ero a capo del partito dell'amore garrotideo. Quando vinsi le elezioni pensavo di essere l'uomo più felice del mondo. Tutto era pronto per le mie riforme... Peccato che non avevo fatto i conti con la mia maggioranza risicata... E poi arrivò pure lo scandalo della Banca Hyliana. È vero... Non avevo più soldi e non potevo far altro che farmi finanziare dall'istituto di credito Hyliano. Il direttore si portò pure il torchio a casa... E con quelle rupie mi facevo finanziare le campagne ai candidati del mio partito. Presentai le mie dimissioni e la mia avventura si concluse mestamente...