- IL DIARIO DI CHERRY GARROSS -

Racconto di Pepogarross

Mi chiamo Cherry Garross e sono nata a Termina il 4585.

25 marzo 4602
Caro diario,
è molto bello parlare con te proprio oggi. Ho scoperto che quella credevo essere la mia migliore amica ha raccontato tutte le mie paure, le mie ansie e tutti i miei segreti a quella ragazza della 3°B. Quella ragazza proprio non la posso sopportare. Non sapevo nemmeno che Leila parlasse con quella ragazza. Leila, ti Odio!!! Non so assolutamente come potrò andare avanti... Meno male che sto ascoltando le canzoni di Beyoncé. Se penso che i testi dell'ultimo album sono stati scritti da mio padre... Mio padre è proprio portato nel creare fenomeni commerciali triti e ritriti... Però in questo momento ho un'ansia che mi prende dritta allo stomaco... Vorrei tanto poter piangere e sfogarmi ma non ce la faccio... Non posso pensare che proprio in questo momento tutti i miei compagni possano essere a conoscenza di tutti i miei segreti... Tutti rideranno di me e delle mie origini. Tutti verranno a conoscenza che quel Tingle di cui si parla tanto è mio nonno. Sapranno pure che quel giovanotto che mi accompagna a scuola ogni giorno non è il mio fratello ma è mio padre... Tutte le mie compagne di classe sono pazze di mio padre... Ma non posso sopportare che mio padre si veda con quelle arpie... È vero.. Mio padre non ha età e perciò non lo potrebbero nemmeno accusare di pedofilia... Ma sarebbe un incesto morale visto che lui è mio padre e loro hanno la mia stessa età... Non posso credere che loro siano attratte da quel pazzo furioso di mio padre... In questo periodo è pieno di problemi di cui non conosce nemmeno la causa... È da un anno a questa parte che lo vedo molto strano... Non mi dà più l'affetto di una volta. Che bei momenti quando viaggiavamo insieme e dormivamo al grand hotel delfino. Mangiai tanti di quei cocomeri... La sera avevo l'indigestione e mio padre arrivò di corsa per capire cosa fosse successo... Sapevo che era con una ragazza... Però io sono troppo gelosa di mio padre e perciò ho fatto passare la mia piccola indigestione come qualcosa di più grave... Papà lo capiva. Lo sapeva che io ero gelosa di lui. Ma come si fa a non essere gelosi di una persona così tenera... Durante altri viaggi mi ha sempre spiegato molte cose e mi ha raccontato tutta la sua vita. È veramente un mito e tutti dovremmo imparare a vivere come lui anche se ha quel solo vizietto... Un grosso vizio purtroppo. Non riesce a mantenere un rapporto stabile con una ragazza. Anche se lui mi ha sempre detto di essere bilanciata nei rapporti. Bilanciata nella vita... Me lo dice perché non vuole che io conduca una vita piena di eccessi come ha fatto lui. Ma ora io vorrei spaccare il muso a Leila. Mio padre invece mi consiglierebbe di lasciare perdere e lasciare scorrere tutto... Beh, in questo momento mi sento un pochino più rilassata di prima. Mi ha fatto proprio bene scriverti queste cose... Ad ogni modo vorrei proprio capire cosa abbia mio padre. È da un anno che è irascibile e tratta tutti male... Pure me. Però io sono molto affezionata a lui e l'ho perdonato. Dopo avermi trattato male si è messo a piangere e mi ha chiesto scusa... Sembrava un bambino... Mi fatto molto strano vederlo piangere mentre io dicevo di non preoccuparsi. Chi è il padre tra di noi? O forse io ero la madre... Probabilmente anche lui non ha ricevuto molto amore da sua madre e soffre molto... Magari in ogni donna che frequenta ricerca quella madre che non si è mai potuto godere fino in fondo... Bah... È meglio non leggere troppo Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse... Però Boccadoro somiglia molto mio padre... Penso che le pulsioni siano mosse da un desiderio comune... Però io non ho mai visto mia madre e non ho quel sentimento... Non sento proprio la mancanza di una madre... magari sarei curiosa di sapere chi sia... E di notte mi metto a contare le cose che mi distinguono da mio padre ed inizio a tracciare una sorta di identikit della donna che mi ha partorita... Chi mai sarà... E perché mi chiamo proprio Cherry e non Apricot o Strawberry... oppure Peach... Sara meglio andare a letto a riposare un po'...

Ciao Diario mio. Ti saluto.