- IL DIARIO DI CHERRY GARROSS -

Racconto di Pepogarross

- Basso Interesse -

12/4/4600

Caro Diario,
ho voglia di suonare uno strumento musicale. Avrei voglia di sfiorare le corde con le dita. Mi piacerebbe molto suonare una chitarra basso. Ma come potrei dirlo a mio padre... Insomma lui si farebbe in quattro per me... Vorrebbe assolutamente ch io diventassi bravissima... E se poi non mi piace e se mi fossi sbagliata. Vorrei fare tutto in gran segreto. Prima dovrei comprarmi un basso... È un bel problema... Non so assolutamente quante rupie mi possa venire a costare... Dicono che per chi è alle prime armi dovrebbe essere uno strumento facile... Dicono pure che in un gruppo una donna bassista è un valore aggiunto... Beh... Ora è meglio andare a letto...

13/4/4600

Nel mio conto in banca ci sono molte più rupie di quanto credessi... Però ho ancora 16 anni. Non mi farebbero mai prelevare un sacco di rupie senza il permesso dei miei genitori... Perciò devo parlare per forza con mio padre... Se mi interessa suonare il basso devo parlare con lui... Sono sicura che lui mi sciropperà un sacco di bischerate sul fatto che lui era produttore degli Indigo-go... Bah... Sempre le solite storielle... Però alla fine mio padre mi appassiona sempre perché ha fatto di tutto di più... Magari ha suonato pure il basso... Eh già... Voglio guardare nel suo ripostiglio segreto e vedere se conserva qualche strumento musicale...

Caro Diario, niente... Proprio niente... Ho trovato solo un "marranzanu" o scacciapensieri. Non posso credere che mio padre sappia suonare u marranzanu... È fichissimo... Chissà che dentatura ci vuole per una cosa del genere... Ma mio padre è sempre stato uno squalo... Divora bistecche durissime e mangia pane secco da una vita... Mi piacerebbe tanto avere una dentatura forte come padre... E invece porto l'apparecchio... Nessuno a scuola mi guarda... Ma aspettino che cresca e che metta le cose giuste al posto giusto... Proprio come Julia... Lei si che è fatta proprio bene... Ed è innamoratissima di mio padre... Sono sicuro che quel vecchio pervertito del mio paparino sta già sbavando per lei... Beh, niente basso... Dovrò chiedere a mio padre...

Cherry: Papà, ti posso chiedere una cosa?

Pepo:Certo figliola, chiedi pure che io ti ascolto... Ero qua...

Cherry: Ti vedo un po' indaffarato...

Pepo: Non ti preoccupare stavo solo facendo una cosa...

Cherry: Lo so... Ho già 16 anni... I miei compagni di classe iniziano a 14 anni di solito...

Pepo: A fare cosa??

Cherry: Dai che lo sai...

Pepo: Orbene, visto che mi hai scoperto... Non farne mai parola con l'assistente sociale... È da un po' che si apposta fuori dalla nostra casa... Dicono che questo assistente sociale non sopporti i ragazzi padre... Noi padri siamo sempre deboli in questi casi... I maschi non sono più il sesso forte... Ricordatelo figliola... Hai fatto bene a nascere femmina... Per noi poveri maschi non c'è più spazio ed è per questo che...

Cherry: Per questo che...

Pepo: Mi travesto da donna qualche volta e adoro quando tutti mi osservano...

Cherry: Oh Din, mio padre è un travestito...

Pepo: Ehi non nominare il nome di tuo nonna invano... Di' almeno Mamma mia...

Cherry: Mamma mia, io non dirò mai quella frase... La dice Luigi Junior, il mio compagno di banco...

Pepo: Luigi junior? E chi è?

Cherry: È il figlio di quell'idraulico famoso... Il campione di salti mortali... Quello del regno dei funghi... Ha avuto un figlio e gli ha messo il nome di suo fratello. Luigi. Come è bello avere i nomi dei proprio parenti... Ma io che nome ho? Ho un nome di un frutto... Perché non mi hai messo il nome di un altro frutto... Perché non mi hai chiamato come tua sorella o come tua madre...

Pepo: Beh, in un certo senso ho ti ho messo il nome di un frutto perché tua madre aveva il nome di un frutto...

Cherry: Già, mia madre... Ma tu non ne parli mai... Io non l'ho mai conosciuta... Ma che fine ha fatto?

Pepo: Che fine vuoi che abbia fatto. Ci ha piantati in asso. Tu eri piccolissima e non puoi ricordarti. Ti assicuro che non era certamente una brava persona. Era una sgualdrina... Cosa mi volevi chiedere...

Cherry: Siccome tra 2 giorni è il tuo compleanno... Non è che mi potresti fare un regalo...

Pepo: Ma stai bene, il compleanno è il mio... E poi lo sai che non voglio regali... Perché ogni anno che passa sto sempre peggio... E non dovevi ricordarmi che il 15 aprile è il mio compleanno... Vuol dire che invecchio... Lo so... Ho l'aspetto di un ventunenne però ho molti anni... E prima o poi anche io scomparirò... A meno che...

Cherry: A meno che...

Pepo: ...io non diventi un vero dio... Beh, ad ogni modo, voglio far finta che sia il tuo compleanno e ti farò quel regalo... Certo che è buffo. Sembra che il mondo giri per il verso giusto...

Cherry: Caso mai al contrario...

Pepo: È il mondo in cui viviamo che gira al contrario... Tu non hai mai visto la Golden Land... Forse la vedrai quando morirai... Ma ti dovrai comportare bene... Bene, dimmi cosa vorresti?

Cherry: Una chitarra basso...

Pepo: Una chitarra basso? Ma lo sai quanto costano?? E poi lo vorresti elettrico o acustico?

Cherry: Basta che sia facile da suonare...

Pepo: Dai retta a me... Nulla è facile cara mia... Non mi dire che vuoi suonare il basso perché qualcuno ti ha detto che era uno strumento facile da suonare... Te lo dice uno che ha sempre cercato la via più semplice e poi se ne è pentito... Allora scelgo io... Un basso elettrico... A 4 corde... Vuoi le cose semplici... E allora a 4 corde... Ad ogni modo mi voglio rovinare... Voglio pure che tu sappia tutto del basso... Ti cercherò pure un maestro...

Cherry: Maestro? Davvero?

Pepo: Che volevi fare... L'autodidatta... Io odio gli autodidatti... Soprattutto quando non sanno nemmeno che differenza c'è tra un basso acustico o elettrico...

Cherry: Che differenza c'è?

Pepo: ...Boh... Ma io non sono autodidatta. Scriverò un annuncio...

Attenzione

Cercasi bassista molto esperto. Meglio se abbia una bella personalità e che sappia pure cantare.

Ora vedremo chi risponderà all'annuncio... È già in rete.

Cherry: Vedremo... Ma non sarà meglio fare un giro di chiamate?

Pepo: Posso provare... Pronto. Parlo con Roger Waters? Salve. Sono Pepo_Garross. Sì, grazie tante. Ma non parliamo di me, parliamo di lei. Lei ha mai suonato il basso? Ah, sì, accidenti... Musiche psichedeliche. Droga, sesso... Accidenti... E poi che ha fatto? Ahia, è morto a Luglio? Mi dispiace molto... Come si chiamava? Ah, si faceva chiamare Syd... Ma ora lei signor Waters cosa sta facendo? Un tour? E perciò non può venire... Mi dispiace... Salve e arrivederla...
Peccato Cherry, questo tizio è proprio bravo ma non può venire...

Cherry: Chi era?

Pepo: Suonava nei Pink Floyd... Molto bravo, Ha grinta e ti dirò... Invecchiando è diventato un bell'uomo... Sembra Richard Gere... Da giovane sembrava un bassotto... Una vera e propria faccia da cane... E ora chi potrei chiamare... Ah, caspita... Michael Rutherford... Lo spilungone dei Genesis... Membro fondatore insieme a Gabriel e Banks... Pronto parlo con Mike? Sono Pepo, Pepo_Garross... Non parliamo di me... Parliamo di lei... Lei è un bassista coi fiocchi... Sa pure suonare la chitarra... Ah ora è a casa con la febbre... E non può muoversi... Okay, mi dispiace sarà per un'altra volta...

Suonano alla porta...

Pepo: Buongiorno, lei chi è?

Paul: Sono Paul.

Pepo: Paul... E cosa desidera..

Paul: Sono venuto qua per l'annuncio...

Pepo: Ha avuto esperienze...

Paul: Certamente.

Pepo: Non mi piace la tua faccia da furbetto... Sono sicuro che hai più di 60 anni ma sei tutto bello tirato... Non sarai mica amico di Silvio Berlusconi...

Paul: Silvio Chi?

Pepo: Lasciamo perdere... Lo sai che dovrai fare il maestro ad una ragazza... Non farti venire strane idee. È la mia bambina.

Paul: Ma quali idee. Io sono fidanzato con una ragazza bellissima e giovanissima.

Pepo: Peggio. Vuol dire che ci sei abituato. Dammi un buon motivo per non sbatterti la porta in faccia.

Paul: Ho suonato nei "Bidols".

Pepo: I bidols... Vorrai dire dei bidoni...

Paul: I Beatles...

Pepo: Ah... I Bitles... I Bitles... Ah Ah... Bella come scusa per non sbatterti la porta in faccia... Non te la sbatto... Se tu hai suonato nei Beatles io mi chiamo John Lennon... Oppure Paul Mc... Ma tu ti chiami Paul...

Paul: Mc Cartney... Sono io. Suonavo il basso e cantavo pure... Nell'annuncio c'era scritto che era meglio un bassista cantante. Mi intendo molto di musica...

Pepo: Scusami mister Mc Cartney... Ma certo anche lei con tutti i soldi che ha fatto doveva proprio venire qua ad...

Paul: Arricchirmi... So che lei è ricchissimo... Molto più di me...

Continua..