- IL DIARIO DI CHERRY GARROSS -

Racconto di Pepogarross

- MIO PADRE -

Caro Diario, le lezioni con il basso procedono proprio bene. Sto già imparando delle ritmiche diverse e Paul mi accompagna suonando il pianoforte. In palestra ho conosciuto un ragazzo simpatico e carino. Si chiama Marty. Non è molto alto però è proprio carino. Sa suonare benissimo la chitarra e vorrebbe diventare una vera e propria rockstar. Ieri l'ho pedianto fino a casa sua e ho visto che abita con uno strano tipo con i capelli bianchi. Secondo me è uno scienziato pazzo. Chissa cosa faranno qua ad Hyrule? Marty... Non so molte cose di lui però ho notato che odia essere chiamato fifone. Vuole dimostrare agli altri di non avere paura di nulla però io so che è fragile.. È la sua fragilità il suo punto di forza... Oh Din, quanto è dolce... Domani voglio chiedergli se ha già una ragazza... Ma chi se ne frega... Gli chiedo subito se ha impegni per domani sera.

Tutto sta andando bene, troppo bene... L'unica nota un po' stonata. Mio padre ha iniziato a bestemmiare come un Goron. Non cosa abbia... Ha iniziato a comprare libri di strategia bellica. Guarda sempre dei programmi satellitari che parlano delle gesta di grandi personaggi come Radetzki, Alessandro Magno, Giulio Cesare, Napoleone e poi una ragazza di nome Lyn. Chi sarà mai questa Lyn... Secondo me c'è sotto qualcosa. Non si sarà mica innamorato di nuovo? Io sono molto gelosa di mio padre... Lo devo ammettere. Mi dispiace che ogni notte porti sempre una donna differente. Mi fa sempre conoscere mille donne ed io devo dare i mei pareri. Io mi diverto perché gli dico sempre di scartare le più belle. Un mese fa si era invaghito follemente di Marieke Lon Lon, la ricca ereditiera del Lon Lon Ranch s.p.a. ®. Erano partiti dal niente... Avevano solo qualche gallina e qualche mucca. Producevano un latte ultranutriente... Poi alla morte del vecchio Talon Lon Lon la fattoria passò nelle mani del perfido Ingo il quale la trasformò in un'industria molto innovativa. Ingo però fu messo in galera e Malon ereditò tutta la Fattoria. Ormai era diventata maggiorenne e aveva pieno diritto di scegliere. Cosa scelse? Beh, contrariamente alla volontà del padre defunto decise di ingrandire l'industria. Diventarono una vera e propria multinazionale, la Lon Lon Corporation ®. Non solo producevano latte e latticini ma iniziarono pure a vendere carne bovina ed ovina. Poi si lanciarono nel mercato dei gelati. La CREMERIA LON LON ®. Ricordo ancora la pubblicità... "C'è Gigi ?" "No..." "E la Cremeria?" "Sì dai sali". Non contenta dei prodotti alimentari la Lon Lon diventò anche una linea di abbigliamento da lavoro. E da là nacquero i primi Bovari Casual e per non parlare delle Bovare e della linea intima. Il primo calendario Sexy Lon Lon del 4600... Con delle modelle tutte in posa discinta e con addosso qualche velo. Mio padre fu il primo a comprarlo... Ovviamente. Disse: "Io ne ho visti tanti in vita mia di questi calendari... Ma questi sono proprio belli... Insomma, Dopo tante espressioni neutre e pose molto esplicite... È la prima volta che anche l'espressione è seducente ed il corpo è denudato al punto giusto... Io mi accontento di un bel topless... Non pretendo la nudità integrale"... A me paiono tutte delle sporcaccione... Però devo dire che il calendario dei Bovari me lo sono comprato pure io... A noi ragazze basta solamente un vedo non vedo dei pettorali e dei muscoli.

Calendari a parte... La Lon Lon co. è molto importante e Marieke, la figlia di Malon, lo sapeva bene. Già a 16 anni si era fatta notare per il suo bel fisico asciutto e la sua pancia piatta e piena di addominali. Amava fare l'attrice e recitare in un musical. Così mio Nonno creò un musical ad hoc per lei. "Le confessioni di un 'ereditiera"... Queste cose me le raccontò mio padre. mi disse che a lui Marieke non piaceva perché era troppo bionda. A lui le ragazze troppo bionde non piacciono proprio. Lui è amante dei fisici caraibici. Adora le pelli ambrate e i capelli castani. Non ho ancora capito perché nessuna delle sue mogli rispecchiasse questo canone. Forse l'ideale estetico rimane pur sempre un ideale e niente di più... Ad ogni modo un mese fa ho visto Marieke a casa nostra. Facevano una cenetta la lume di candela. E meno male che era troppo bionda... Grr... Se solo ci penso divento pazza. Come mi rode. Io odio quella Marieke. Avrà qualche anno più di me e si mette a corteggiare mio padre. Lo so che lui non ha età però è pur sempre un papà... Lei potrebbe essere sua figlia. Lei mi da tanto l'impressione di essere una mangiauomini di prima categoria. Mio padre non è fatto per stare con una persona del genere. Mi ha sempre raccontato che in gioventù si sarebbe dovuto sposare con la figlia di un ricco commerciante caduto in miseria. E poi non ne fecero di nulla perché lui era già convolato a nozze con una giovane Rito: Medli. Papà mi ha sempre parlato bene di Medli. Forse è stata la sua vera moglie. È quella che lo ha saputo sempre capire ed accettare. Lui era felice con Medli. Talmente felice da suscitare le invidie del fratello Agahnim. Agahnim seviziò ed uccise Medli dopo averla fatta partorire. nessuno ha mai visto mi sorella. Dicono che sia diventata un star di Hollywood. Ma lei non è mia madre. Io vorrei tanto capire chi è mia madre. non ce la faccio più. Non credo nemmeno che sia quella sgualdrinella Zora che piantò in asso mio padre e lo ridusse in mutande. Meno male che suo padre gli aveva lasciato da parte un gruzzoletto di 4 milioni e mezzo di rupie sonanti. Per darti una idea caro diario: con quella cifrà là potresti comprarti tutto il villaggio di Kakariko con tutte le persone all'interno. Mio padre fu bravissimo perché fece fruttare il tutto investendo tutte le rupie nella costruzione di un villaggio vacanze nella Fortezza Gerudo.

"The Gerudo Fortress Holiday & Fun" è una struttura che esiste ancora oggi. Tutti gli abitanti di Hyrule vanno a farsi una vacanza vicino al deserto. Nella Fortezza Gerudo è situato il Casinò più grande di tutto il mondo. Molti croupier sono giunti da Las Vegas per partecipare a quello che si sarebbe prospettato come il miracolo dell'edilizia alberghiera di tutti i tempi. E fu un vero e proprio miracolo. Di solito nei deserti non c'è mai nulla eppure Papà è riuscito a creare una grande Oasi felice in tutti i sensi. Pure i principi arabi rubarono l'idea a mio padre. Ma perché mio padre abbia voluto creare una struttura del genere non l'ho capito. Ad ogni modo capito che debba essere stato frutto di una pazzia fatta per amore. Lui ha tappezzato la sua camera di foto che ritraggono l'hotel dell'isola Delfino. Guarda caso anche là c'è un casinò. Ma con chi sarà stato in quell'hotel? Mi dovrò informare.

Ora caro diario sono molto stanca. non so se ho ancora voglia di parlare delle donne di mio padre. Ma chi sarà questa Lyn? E perché mio padre è diventato un appassionato di strategia? Che stia conducendo una guerra contro qualcuno di molto astuto...

"Ehi piccola, ma non vai a letto?"
"Si ora ci vado papà... ho finito di scrivere."
"Chissà cosa avrai scritto su quel diario?"
"Tanto lo sai benissimo. con tutti i poteri che hai..." "Io non leggo dentro ai libri chiusi... Io però leggo nel pensiero. E se i tuoi pensieri sono scritti sulla carta... Beh, è come se ogni giorno leggessi il tuo diario."
"E stasera cosa avrei scritto?"
"Le solite cose... Non sai chi è tua madre e vorresti tanto saperlo. Non capisci perché abbia la fissa della strategia. Sai benissimo che Lyn è la chiave di tutto però non la conosci."
"Bravo Papà sei proprio un mito!"
"Eh no cara, per ora mi accontento di essere reale. anche se i Goron si stanno già tramandando i miti che parlano di me. Io amo essere il dio dei Goron. Beh cara Cherry... È ora che tu sappia delle cose molto importanti."
"Tipo?"
"Tua madre è la principessa Peach del regno dei Funghi. E tu assomigli dannatamente a lei. Anche se gli occhi sono i miei e pure la bocca... Perché non ti ho mai detto questa cosa? Perché pensavo non ti interessasse di sapere chi fosse quella sgradevole persona che ti ha lasciato un bliglietto nella culla. Tieni cara, questo è il biglietto. Lo dovresti aprire il giorno del tuo diciottesimo anno di età. Io non so cosa ci sia scritto."
"Papà, cosa sono quelle lacrime?"
"Scusami Cherry, scusami davvero. Mi dispiace di non avertene mai parlato... Hai sofferto molto per questa cosa... Ma una donna del genere non poteva meritarsi proprio una figlia così dolce e comprensiva. Ti voglio bene Cherry."
"Anche io te ne voglio... Sei mio padre e che diamine."
"E se non lo fossi stato?"
"Se tu non lo fossi stato... Sarei sicuramente caduta tra le tue braccia... Però ad Hyrule l'incesto è punibile con la pena di morte."
"È vero... Ma tu sei mia figlia e provo solo amore paterno per te. Sono pur sempre un uomo di sani principi."
"Papà, Chi è Lyn?"
"Boh, ancora non l'ho mai vista di persona. La dovrei incontrare la prossima settimana..."
"La prossiam settimana?? Che cosa c'è?"
"C'è una competizione mondiale dedicata alla strategia bellica. Lei è la campionessa mondiale. Ed io devo batterla per chiederle di uscire con me."
"Capisco. allora in bocca al Ganon!!"
"Crepi!!"