- IL DIARIO DI CHERRY GARROSS -

Racconto di Pepogarross

- SOGNO DI LIBERAZIONE DA QUESTA VITA GRAMA E SCONTATA -

Il messaggio del Garross secondo Vash: "Luce che acceca, luce che acceca, luce che acceca. La festa si farà in un luogo lontano".
Il messaggio del Garross secondo Fundin: "Luce che abbaglia, luce che abbaglia, luce che abbaglia. Il festeggiamento sarà fatto in un luogo sperduto".
Il messaggio del Garross secondo Mikau: "La luce, la luce, luce non mi fa vedere niente. La festa sarà fatta molto lontano da qua".
Il messaggio del Garross secondo Telma "Odio la luce che mi entra attraverso le pupille ed io non riesco a vedere niente. La baldoria sarà fatta in un luogo molto lontano".

Perché mi hanno costretto a fare catechismo? Dicono che tutti i bambini devono andare al catechismo perché dopo non possono ricevere i sacramenti. Tutta la mia famiglia è devotissima agli insegnamenti del Garross. Tutti sono devoti al Garross nel mio villaggio. Molte volte quando non abbiamo più delle pietre buone con cui sfamarci i miei genitori invocano la grazia del Garross. Molte volte il Garross fa la grazia e fa cadere dal cielo delle pietre laviche molto gustose... Ma chi ha studiato un minimo di geologia potrebbe intuire che il vulcano non erutta per volere del Garross. Tutto il mio villaggio è miope di fronte alla scienza e crede che sia il Garross a proteggerli nei momenti più cupi. Ed io devo confrontare i quattro messaggi del Garross e commentarli assieme al mio gruppo di catechismo. La luce? Ma cosa avrà visto e soprattutto cosa c'entra la luce con la festa...

Intanto in tempi assai remoti.

Pepo: "Questa cari ragazzi miei è una palla che riflette ogni tipo di luce... No non me la puntare addosso... Ah tutta questa luce... Non vedo niente... Non deve essere usata con la luce solare. Faremo una festa in un luogo non molto vicino e questa palla servirà a riflettere tutte le luci colorate".

L'auditorio era letteralmente in delirio: musica e luci avrebbero ridato nuova linfa alla popolazione hyrulea. Chissà da quanto tempo non festeggiavano un capodanno come si deve. Ogni volta che l'anno nuovo iniziava una nuova sanguinosa strage aveva inizio. Ad Hyrule non si sta mai tranquilli. Tutti acclamavano il Garross e volevano divertirsi di gusto dopo tutto quello che era capitato negli anni precedenti.

Pepo: "Quest'anno dobbiamo divertirci. Non è successo niente di particolare e soprattutto l'unica persona dotata di poteri magici fuori dal comune è qua che vi sta parlando e vi sta invitando ad una mega festa nell'oasi del deserto Gerudo... Non c'è niente da temere. Il deserto è sicuramente un luogo molto pericoloso. Ma i mostri ormai non esistono più e tutte quelle bestiacce temono la mia aura potentissima. Rimanete sotto la mia protezione e sotto la mia palla... Balleremo fino a notte fonda e poi alla mezzanotte stapperemo la miglior pozione blu mai prodotta ed andremo tutti in acido..."

La folla ormai stava osannando il loro nuovo salvatore. Hyrule non è mai stata fedele ai suoi eroi. Ogni anno osannano un eroe diverso. Quest'anno però qualcosa è cambiato. Pepo Garross non è il solito spadaccino con l'aria trasognata. Pepo Gaross è una semidivinità ed è l'unico in grado di tener testa alle forze oscure senza combattere o cercare oggetti strani in grotte, santuari e altri posti misteriosi. Pepo ha dei poteri che nemmeno lui conosce e forse è meglio che non li conosca visto che fra poche righe, cari lettori, capirete che Hyrule è di nuovo in pericolo...

Messaggio del Garross secondo Fundin: "La luce rifletteva cose colorate e gli hyrulei si assopivano pian piano. Mentre qualcosa faceva diventare il Garross cupo".
Messaggio del Garross secondo Vash: "Luci colorate riflesse dalla palla e gli hyrulei si addormentavano pian piano. Ma qualcosa faceva diventare il Garross scuro nel viso".
Messaggio del Garross secondo Mikau: "Le luci dai mille colori fanno rincretinire gli hyrulei. Una strana sensazione colpisce il Garross che diventa nero in volto".
Messaggio del Garross secondo Telma: "Le luci colorate lampeggiano mentre gli hyrulei perdono i sensi. Il Garross sprigiona un'aura oscura".

Non sapevo che questa storia diventasse così misteriosa da qui in avanti. Ed intanto io devo continuare a leggere questi messaggi. Odioso catechismo. Questo Garross però mi sta stupendo. Era tanto buono ed invece ora sta sviluppando una parte cattiva. Quasi quasi vado avanti nella lettura. Non si sa mai... Almeno domani a catechismo stupisco tutti i miei compagni facendo vedere a Don Marcesio che ho letto più di quanto mi è stato detto... Faccio vedere che mi interesso ai messaggi del Garross così dimostro la mia idoneità al sacramento del "Bacio Amoroso". Alla mia età tutti i Goron dovranno ricevere il secondo sacramento. Una volta che saremo stati "baciati" potremo essere "baciati" dai "Sacerdoti del semidivino amore garrossiano" durante tutte le funzioni a cui parteciperemo.

Intanto nei tempi che furono...

Il Garross stava mutando la sua forma mentre la popolazione hyrulea che era accorsa alla festa giaceva collassata sulla sabbia. Solo un piccolo bimbo che non era caduto a terra prontamente si rivolse al Garross chiedendogli come si sentisse.

Pepo: "Mi sento libero dopo tanto tempo. Non devo più recitare la mia particina striminzita. Non devo più fare il bravo ragazzo e soprattutto non mi sento più addosso il peso delle mie responsabilità. La gabbia è aperta e la bestia è fuori. Non sono mai stato meglio".

Il Garross iniziava a sprigionare tutta la forza che era rimasta assopita dentro di lui. La bontà aveva insabbiato i suoi reali poteri...

...Pepo non era nato per essere un buono. Da subito aveva manifestato grandissime inclinazioni verso la sua parte malvagia. Alla prima avvisaglia sua madre decise di spedire il piccolo in mezzo ai mortali. I primi a trovarlo furono un gruppo di Goron. I mangiapietra pensarono che la testa del bambino fosse una roccia particolare così la picchiettarono con le loro dita. Il neonato svenne di colpo e al suo risveglio era in groppa ad un esemplare della specie Goron. Il bimbo non manifestò più comportamenti irascibili e distruttivi e crebbe sano e forte. Pepo non utilizzò mai i propri poteri se non per autodifesa e non si vantava mai della sua forza...

Qualcosa lo colpì e qualcosa lo fece ritornare malvagio.
Il Garross cominciò a far eruttare tutti i vulcani e divise Hyrule a metà... Hyrule gemeva soto i lampi che il Garross scagliava contro la gente urlante. Sotto questo scenario apocalittico nessuno poteva opporre la propria resistenza... Ho detto nessuno? Forse qualcuno poteva fermare questa tragedia... E in un men che non si dica lei arrivò a bordo di un carro lucente. Era rossa e profumava di petali di rosa.

Din: "Fermati figlio!"
Pepo: "Perché... Sono ancora all'antipasto... Immaginati cosa sarà il mio dolce?"
Din: "Non ci sarà nessun pranzo... Fermati ti ho detto..."

Fermati... Fermati... Fermati...

Cherry: "Fermati... Fermati..."

Samus: "Ma cosa è tutto questo casino? Chi è che strilla?"
Pepo: "Eh... Yawn, ma stavo dormendo di gusto. Sognavo di essere abbracciato forte forte a te e tu mi coccolavi come hai sempre fatto..."
Cherry: "È quello che stavo facendo fino ad ora e poi ti sei addormentato. Menomale che non russi e perciò non si capisce quando dormi..."
Pepo: "Beh, ora vado a vedere cosa è successo..."

Pepo va in camera mia a vedere cosa mi è successo. Quel sogno stranissimo. Sono ancora turbata per la storia di mia madre... Non sono riuscita a dormire bene perché pensavo sempre a tutta questa storia. E ora pure questo sogno stranissimo. Mio padre che si rivela come una divinità malvagia. E poi questa storia vissuta dalle letture di un bambino Goron. Che stessi vivendo in una dimensione alternativa? Ma se fosse così mi dovrei trasformare in qualcosa che abbia delle sembianze abbastanza strane.

Pepo: "Cherry, cosa stavi urlando? Io e Samus ci siamo svegliati di colpo".

Cherry: "Beh, ho fatto un sogno assai strano. La storia mi scorreva come un film ed io impersonavo un bambino Goron che doveva leggere i 4 vangeli del Garross... Ma la cosa più strana è che ho visto cose che non potrei nemmeno descrivere. Ho visto la tua trasformazione. Eri diventato tutto scuro ed eri potentissimo... Hai messo a ferro e fuoco tutti i territori hyrulei e poi Din ti ha detto di fermarti... Ma tu non volevi perché ti sentivi libero per la prima volta... Ti sentivi te stesso... Papà, tu hai mai desiderato di usare tutti i tuoi poteri? Hai mai pensato che tu sei dotato di una grande forza e che potresti fare ciò che vuoi? Ti senti frenato dalla vita che conduci?"

Pepo: "Mi sa che la persona che si sente frenata sei tu cara Cherry. Ho letto qualche cosa sull'interpretazione dei sogni e debbo dire che il tuo sogno non è altro che l'immagine di ciò che vorresti realmente essere. Forse durante la mia vita ti ho sempre messo in guardia da molte cose e ho cercato di tappare la tua vera natura... Secondo le ultime novità sei figlia di un semidio e di una grande cacciatrice di taglie e sono sicuro che hai preso tutto il meglio che potevamo trasmetterti. Tu sprigioni una grande forza e forse ancora non lo sai ma quel sogno ti ha rivelato molte cose."

Cherry: "Cose del tipo? Diciamo, io sono assai scioccata per quello che mi hai detto. Non penso di avere tutti i poteri che mi hai attribuito. Io mi sento una ragazza come tutte le altre... Anzi, le altre sono già là in attesa del prossimo ragazzo mentre io non ho mai avuto una relazione seria... Papà, tutti i ragazzi scappano quando parlo loro della mia famiglia... Ma di cosa hanno paura?"

Pepo: "Hanno paura di quello che non conoscono. I ragazzi di oggi ormai sono troppo viziati e vogliono dalla vita tutte cose già pronte e perciò loro pensano di essere un po' anticonformisti ma alla fine fanno ciò che le loro famiglie vogliono".

Cherry: "E cosa vogliono le loro famiglie?"

Pepo: "Non lo so neppure io ormai. Non siamo mai piaciuti veramente agli Hyrulei. Tingle è comunque un personaggio controverso e i Garross avranno sempre vita difficile fin quando gli abitanti di Hyrule assoceranno la fama di mio padre alla nostra famiglia. Siamo molto popolari e le persone fanno finta di sostenerci e di amarci. Ma alla fine nessuno pensa mai a come ce la passiamo veramente... Però cara mia devi farti forza e non pensare troppo alle voci che girano."

Cherry: "Okay Pà, mi ha fatto piacere parlare un po' con te. Ti voglio tanto bene. Scusami se alle volte non ti ascolto oppure ti rispondo male... Però lo sai come succede a volte? È una cosa normale".
Pepo: "Non lo dire a me cara mia, l'adolescenza è la croce e delizia della nostra esistenza. Ed io fortunatamente non ho mai smesso di essere un adolescente irascibile ed innamorato..."

Cherry: "Innamorato. Sono contento Papà che tu sia innamorato di mamma... Ti devo dire la verità... Mi ci sto un pochetto abituando... Però non ce la farò ancora a chiamarla mamma... Per ora rimarrà sempre Samus".

Pepo: "Hai già fatto un passo avanti. Non ti preoccupare. Eh già, sono proprio rigenerato... Erano ormai 18 anni che non rivedevo uno degli amori della mia vita. Spero che rimarremo sempre uniti".

Ma mio padre non riusciva proprio a mantenere una sola relazione amorosa. Con Samus aveva ormai una relazione matura e perciò non essendoci poi degli stimoli troppo forti, mio padre intrallazzava con qualche giovane ragazza. Il problema è che non riuscivo mai a scovarlo nel luogo del misfatto...

In questo periodo dopo essersi appassionato a una miriade di attività (tra le quali il gioco di ruolo strategico) ha comprato una canna da pesca costosissima...