- The Fenice of Hyrule -

Racconto di Shiny Zango

- Capitolo 3.1: Un incontro terribile -

Arrivammo alla Death Mountain... CHE CALDOO!!! Per fortuna Link mi aveva comprato una Goron Tunic e una Zora Tunic.
Quasi in cima al vulcano, entrammo in una grotta con delle bandiere appese al soffitto. Dentro era pieno di creature di color marrone chiaro con lunghe e possenti braccia e sulla schiena c'erano incastonate delle rocce che permettevano loro di mimetizzarsi con l'ambiente circostante. Andammo subito dal loro capo, Darunia. Era il Goron più grande (e grasso) che abbia mai visto, naturalmente di quel periodo. Dopo saluti e presentazioni chiedemmo al Goron se fosse successo qualcosa di anormale.
-In effetti qualcosa è successo... qualche giorno fa per di qui è passata un'ombra che ha cominciato a chiederci dove ti trovavi. Noi gli abbiamo detto che non lo sapevamo. Allora lui è andato al cratere e ci ha detto di indirizzarti là se mai ti avessimo trovato- spiegò Darunia. Guardai Link, e mi accorsi che la sua espressione era cambiata, un misto di sorpresa e rabbia, e passò subito per una grotta segreta che portava appunto al cratere.
Arrivati al'interno del vulcano, notai che in mezzo ad uno spiazzo di roccia nella lava c'era un piedistallo come quello del Raduno, ma risplendeva di luce rossa. Significava che c'era una creatura oscura... doveva trattarsi dell'ombra che ci aveva descritto Darunia. Preparai la spada, ma non la trovai. Link, che si era accorto, mi rassicurò: -Non preoccuparti! Te la cerco io...- e ritornò indietro. Io lo aspettai lì, al caldo. Dopo un po' ritornò, ma non aveva ritrovato la mia spada. -Mi dispiace, non l'ho trovata...- si scusò. -Vabbe', non imp...- e in quel preciso momento mi baciò sulla bocca (!!!).
M-ma che diamine sta combinando?!
Pochissimo tempo dopo sentii un qualcosa di metallico cadere. Mi voltai: all'entrata della grotta c'era un'altro Link e mi guardava con un'espressione di delusione e rabbia. -Per-perché?- sussurrò e, piangendo di rabbia, scappò. Guardai il Link che era rimasto e mi accorsi che le sue vesti erano diventate nere, i suoi capelli castani e i suoi occhi rossi. -Ci sei cascata come un topolino nella trappola!- mi disse quell'essere. Con 3 salti mi allontanai da lui, recuperai la spada e lo scudo e inseguii il vero Link, seguita da Navi, che era rimasta indietro. Mentre mi allontanavo sentii una risata dietro me.