- The Fenice of Hyrule -

Racconto di Shiny Zango

- Capitolo 3.2: L'ira di Link -
 

Cercai per ben 2 settimane Link, ma era come svanito nel nulla. Ormai avevo chiesto in giro a tutti se l'avevano visto, ma nessuno lo sapeva... fino a quando un Kokiri si ricordò di averlo visto correre nelle Lost Woods. Lo ringraziai e andai anch'io in quei boschi.
La luce non riusciva a passare tra i fitti rami. Dopo mezz'ora di cammino, sentii un fruscìo tra i cespugli. Impugnai la spada e gridai: -Vieni fuori, se hai il coraggio!-. In realtà ne avevo bisogno io di coraggio... venni accontentata e scoprii con orrore un Link furioso con le vesti tutte rovinate e con gli occhi simili a quelli di una tigre.
-Quindi sei tu!- anche la sua voce era cambiata -Guarda! Per colpa tua sto diventando un mostro!!!- e tirò un pugno contro un albero, che venne abbattuto.
-Link senti, ti posso spiegare tut...-
-NO!!! Mi è bastato quello che ho visto! Tu hai baciato la mia OMBRA!!!- e dopo aver detto queste parole mi attaccò. Presi subito lo scudo e lo parai.
-L-la tua ombra?- ero confusa. -Sì. La prima volta l'avevo incontrato al Tempio dell'Acqua, ed è l'incarnazione del mio lato oscuro. Lo avevano chiamato Shadow...- mi spiegò, ma quei pensieri lo fecero arrabbiare di più. Allora intervenne Navi: "Link, calmati! Lei non poteva saperlo, anche se non avesse perso la memoria!" Link la guardò male: -Sta' zitta tu!-
Anche se non si vedeva, a Navi scese una lacrima: "Co-cos'è successo al Link che conoscevo?" e scappò. Lui non ci fece caso e si preparò ad attaccarmi di nuovo. Dopo uno scatto mi colpì e mi scaraventò contro un albero. Fece un altro scatto. -M-mi dispiace... di averti... ferito...- riuscì a dire questa frase. Mi accorsi che Link si era fermato, e mi guardava: i suoi occhi erano tornati normali e pianpiano anche il suo corpo ritornò allo stato di prima. Si era calmato. Mi alzai e corsi da lui. Ero felice di riaverlo con me. Anche Navi tornò.
-NOOOOO!! Stava andando tutto bene!! Perchè avete rovinato tutto?!- era la voce di Shadow. Uscì da dietro un albero e scattò subito verso me. Io mi coprii gli occhi, ma li riaprì poco dopo e scoprii che Link si era messo davanti a me, con le braccia aperte.
Mi sta... mi sta proteggendo?
-Non ti permetterò di toccarla un'altra volta!- lo stava sfidando. -Hah! Prova a battermi, se hai il coraggio!- gli rispose Shadow. Allora Link tirò fuori una gemma con il nucleo che risplendeva di luce rossa: -Sai cos'è questo? È il Din's Fire.-
A Shadow scappò una risata: -Non potrai mai battermi con un fuocherello come quello!- L'Hyruleano non lo ascoltò, puntò la gemma prima davanti a sé e poi sopra la sua testa e pronunciò una formula in una lingua che non avevo mai sentito in vita mia. A quelle parole la gemma reagì e sparò fiamme sui rami che li incenerì. Attraverso la zona che si era liberata passò una scia di luce e raggiunse l'ombra, che cercò di ripararsi gli occhi. Avevo capito tutto: Shadow era appunto un'ombra e detestava la luce pura e quella del sole.
Allora presto Link prese arco e freccia e la caricò di luce pura e lo scagliò contro Shadow, che urlò e scomparve in fiamme verdi e nere. Come con il Troostox, il fumo ricavato mi fece ritornare della memoria persa, e stavolta ricordai una figura color del fuoco girare intorno a me. Di Shadow era rimasto solo il suo cappello. Link lo prese e me lo mise in testa: -Grazie. Grazie a te ho capito l'importanza di avere un'amica sempre vicino.-

'BASTAAA!!!!!! Non li sopporto più! Li voglio tutti morti!!! Mandate la creatura più pericolosa che abbiamo!!!' l'uomo oscuro era furioso.
-Subito, signore!- rispose il Moblin.
'Link, Eroe del Tempo, questa me la pagherai molto cara!'

-Scommetto che ora andiamo alla Zora's Domain!- esclamai. Link si sorprese: -Ti sta tornando la memoria! Sono felice- Puntai il dito verso sud: -Bene! Allora partiamo!!!-
Non mi ero mai sentita così felice...