Il forum di The Lost Woods!La chat ufficiale del sito!Per essere sempre aggiornato sulle novità del mondo di Zelda!La galleria dei fan work!Il canale YouTube di TLW.Net, con tutti i filmati del sito e molto di più!    
 

Iscriviti alla newsletter
Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:

Nome:
E-Mail:

Iscriviti Rimuoviti

powered by bravenet.com

 

 

Nintendo Club

Zelda's Temple

Nintendo
Underconstruction

NintenDifference

Interactive Games

Pokemon Game

AreaNintendo

Tales of Symphonia Forum

Tales of.it

Playerinside.it

Xenogears Italia

Italian Site of Umineko no Naku koro ni

Hina World

Phoenix Wright: Ace Attorney Italian Forum

Kurain Village

GTO The Great Site

Shiritori Figures

 

Storia della Creazione

La Guerra del Sigillo

Le favole di Termina

La Leggenda dell'Eroe del Tempo

Personaggi

Mappe

Soluzioni

Bestiari

Preview

Recensioni

Terze Parti

Altri giochi

Cammei di Zelda

Confronto delle Mappe: OoT-ALttP

Cronologia dei Capitoli

Curiosità

Interviste

Speciale adattamento TWW

Zelda Quote

La Triforce: Miti e Simboli

Zelda mai visti

The Legend of Fake

Il diario degli sviluppatori di Twilight Princess

Elenco file MIDI

Official Artwork

Screenshot

Box Art

Scansioni da riviste

Cartoon

Action Figure

Fumetti

Colonne Sonore

Zelda Box

Zelda no Video

Speciale guide strategiche giapponesi

Zelda Museum

Invia i tuoi fan work

Fan Art

Fan Comic

Raccolta di Oekaki

Fan Fiction

Poesie

Cosplay

Humour

Fan Craftwork

Articoli

Come realizzare un cosplay di Zelda

The Silvestris Collection

PikminLink Zelda Cosplay

The Legend of Zelda: The Hero of Time

Contest

Vincitori dei contest

Filmati

Font

Fumetti

GIF Animate

Giochi

Musiche

Scan dei manuali

Soluzioni scaricabili

Tab musicali

Wallpaper

The Lost Woods.Net Official Forum

The Lost Woods Chat

Mayoi no Mori Oekaki BBS

Link(s)

Profilo della webmaster

Crediti

 

| ZELDA NO VIDEO |

Non ci sono gadget speciali, né action figure né raccolte di BGM zeldose, eppure si può senza dubbio dire che lo Zelda no Video è un contributo molto più importante di altri alla storia della saga. Questo DVD è un concentrato di purissima nostalgia ed emozione al 100%, e adesso comincerò a spiegarvi perché. Quando l'ho visto nella mia fumetteria di fiducia, non potevo credere ai miei occhi, vedendo dall'esterno della vetrina una copertina con la famosissima immagine della Master Sword in A Link to the Past, e mi è preso subito il desiderio di sapere cosa fosse contenuto in un simile prodotto. All'interno della confezione si trova un piccolo foglietto che illustra le varie opzioni che si possono esplorare una volta premuto il tasto Play del lettore, ma è di poca utilità (a meno che non sappiate il giapponese), benché il suo layout sia gradevolissimo. Saltate a pie' pari tutte queste sciocchezze, si infila il disco nel tray e si comincia la visione. Il menu iniziale è quanto di più bello possa essere immaginato da un fan di Zelda: la sopraccitata immagine della Master Sword, infatti, si anima, fasci di luce cominciano ad illuminare la Spada della Leggenda mentre tutt'intorno delle lucciole volteggiano nell'aria delle Lost Woods. La musica di sottofondo è un omaggio alle schermate di selezione file praticamente di tutti gli episodi della serie, visto che presenta il tema delle Fairy's Fountain elevato all'ennesima potenza. Le opzioni selezionabili, in realtà, sono molto poche: alla prima voce abbiamo lo Zelda no Video vero e proprio, mentre nella seconda "categoria" troviamo un filmato senza soluzione di continuità di tutti i combattimenti finali dei vari Zelda con tanto di sequenze dei crediti, che possono essere visionati sia con commento che senza. Lo Zelda no Video è chiaramente il cuore pulsante del DVD, ed è una lunga serie di interviste ai creatori della serie, retrospettive e filmati dei giochi di Zelda. Il tutto comincia con una sorta di "presentazione" in cui vengono ripetute anche le fatidiche parole "Every game has a story, only one is a Legend", o giù di lì, visto che in realtà non vengono dette da uno speaker, ma compaiono semplicemente a schermo, in giapponese peraltro. Il video prosegue con un Miyamoto sorridente ed emozionato in procinto di mostrare al mondo per la prima volta il radicale e ormai leggendario cambio di look che ha interessato Zelda per GameCube. Sto parlando del famoso filmato, descritto anche su questo sito, che sconvolse metà della comunità zeldoica mondiale. Il Miya, mattacchione, sorride e saluta un imprecisato componente del pubblico (o forse qualche suo collaboratore fuori campo?), e sicuramente suscita simpatia. Subito dopo una breve presentazione generale di The Wind Waker, ci addentriamo nel cuore della retrospettiva totale, a cominciare da The Legend of Zelda. Ogni episodio è presentato da una schermata monocromatica, con un artwork del Link che compare in quel gioco e una frasetta JP che spiega, in due parole, in cosa consiste l'impatto del titolo in questione. Subito dopo, per ogni Zelda, abbiamo la sua schermata del titolo accompagnata, in un angolo, dalle informazioni sull'uscita, poi mentre scorrono alcuni filmati delle fasi del gioco uno speaker parla in generale della sua sostanza. Per ogni gioco, infine, vengono sentiti vari personaggi che hanno avuto a che fare con lo sviluppo della serie di Zelda, come Yoshiki Okamoto, (ovviamente) Aonuma, un certo BOSE (non si legge il suo nome) ed altri. Sono compresi, ma era scontato, anche gli Oracle, ma la vera sorpresa è stato un coverage tutt'altro che superficiale sui BS Zelda, che evidentemente in Giappone devono avere avuto molta, ma molta risonanza sul franchise. In particolare viene presentato lo Zelda realizzato esclusivamente per il Satellaview, ovvero Kodai no Sekiban, e ne vengono mostrati anche alcuni filmati (in cui si sente chiaramente anche il commento sonoro di alcuni attori, ad esempio di una Zelda smorfiosa come non mai che chiede a Link di aiutarla poiché è inseguita da alcuni Octorok). In questo modo si può avere un'idea di come fosse questo agognatissimo titolo. La presentazione dei vari Zelda prosegue, ovviamente, fino a The Wind Waker, di cui ci parla ancora un po' Aonuma. Infine, una lunga intervista a Miyamoto chiude la parte "interviste" dello Zelda no Video. Sembrerebbe che sia finita qui, ma ecco che all'improvviso, su una simil-schermata del Game Over di The Legend of Zelda, comincia a muoversi il cursore, che va a selezionare "Continue". Chi ha avuto la pazienza di arrivare sin qui, dunque, viene ricompensato con un "Easter Egg" mica da ridere (o forse sì): sto parlando del commercial giapponese di A Link to the Past, una vera gemma del trash assoluto (sinceramente non so perché abbiano scelto proprio quello, ma già da qualche anno lo vedevo girare parecchio). Per chi non avesse questo video, e non potesse scaricarsi il filmato in questione nella sezione dei download, dirò solo che si tratta di un delirante rap in cui tutti i personaggi di A Link to the Past si trovano a ballare, dopodiché Link, per salvare Zelda (rinchiusa in una gabbia), affronta Wizrobe e Stalfos (o perlomeno, attori che vorrebbero essere tali) con il mitico colpo rotante. Non ci viene neppure risparmiato un enorme e peluchoso Ganon in stile ALTTP, in un'apparizione in grado di far sfigurare quelle contenute nei giochi della serie (ovviamente sto scherzando ^^;). Insomma, nell'insieme roba da antologia, specialmente la colonna sonora in stile decerebrato (no, a parte gli scherzi, troppo bella). Ci avviciniamo ora al grosso, grossissimo difetto di questo DVD: essendo stato pensato unicamente per il mercato giapponese (nonostante la mia copia fosse Alion, cioè "taroccata" per i mercati orientali al di fuori del Giappone), lo Zelda no Video è completamente in tale impervia lingua. Ripeto: lo Zelda no Video è completamente in giapponese. Non troverete assolutamente un fico secco di sottotitolo, in inglese, italiano, bielorusso o quello che vi pare. Quindi tutti coloro che non hanno vissuto per dieci anni in una qualsiasi città del Giappone troveranno enormi difficoltà nel decrifrare il senso delle innumerevoli interviste presenti qui. Ciononostante, si tratta comunque di un prodotto da non lasciarsi sfuggire, perché anche con questa controindicazione, c'è talmente tanto di cui gioire (tra cui i filmati "d'epoca" dei vari giochi), che non possiamo certo tacerne. A condire, tra l'altro, abbiamo i finali di tutti i giochi di Zelda (meno gli Oracle), presentati uno dopo l'altro, come detto in apertura. Ovviamente quelli più lunghi sono tagliati in alcune parti, ed ovviamente (essendo questo DVD uscito assieme o quasi ad esso) manca quello di The Wind Waker, ma penso sia una mancanza più che tollerabile. Se volete farvi quattro risate potete vederveli con i commenti di alcuni giapponesi che si esaltano e ridacchiano tra di loro, altrimenti potete sempre provare la versione "piana", per godervi i vari finali (tanto c'è poco da spoilerare...) della Leggenda in tutta tranquillità.

La schermata del titolo. La voce evidenziata dice ovviamente "Zelda no Video", mentre in basso vi sono gli ending della serie di Zelda in doppia versione. La prima opzione è per il sonoro originale, la seconda per il commento di tal BOSE. Una schermata del filmato introduttivo dello Zelda no Video, un'evocativa presentazione del DVD (fantastico il televisore in mezzo al campo di grano...). Ultima schermata del filmato introduttivo, veramente ben costruita (non male anche la copertina di Kaze no Takuto ^_^). Ed ecco a voi... la schermata del titolo dell'unico BS Zelda originale per Satellaview!! Sto ovviamente parlando di Kodai no Sekiban, che potete trovare emulato anche nella sezione download del sito.
Screenshot preso dall'inizio del filmato su Kodai no Sekiban. Schermata di presentazione della parte dedicata a The Legend of Zelda, in giapponese si legge "L'inizio della Leggenda". Schermata di presentazione della parte dedicata a The Adventure of Link. In giapponese: "La Leggenda all'avventura". Schermata di presentazione della parte dedicata ad A Link to the Past. La frasetta è abbastanza intraducibile nella sua prima parte (probabilmente è un'esclamazione tipo "finalmente, finalmente!"), ma alla fine dice "The Legend of Zelda".
Schermata di presentazione della parte dedicata a Link's Awakening. In giapponese: "Una Leggenda tascabile". Schermata di presentazione della parte dedicata ad Ocarina of Time. In giapponese: "La Leggenda diventa miracolo". Schermata di presentazione della parte dedicata a Majora's Mask. In giapponese: "Una Leggenda che mette paura". Schermata di presentazione della parte dedicata agli Oracle. In giapponese, più o meno: "Una Leggenda Tascabile (e 2)".
Schermata di presentazione della parte dedicata a The Wind Waker. In giapponese: "Il nuovo inizio della Leggenda". E ora arriviamo al pezzo forte... chi ha già visto lo spot di A Link to the Past riconoscerà subito questa schermata... ...ma sicuramente ancora di più questa! Chi sarà questo bel tomo (o meglio, questa bella toma)? Avete sempre desiderato vedere Link, suo zio Alfon e tutti i vari seguaci di Ganon ballare il rap insieme? Sinceramente io non avrei mai pensato di vedere una cosa simile nella mia vita! ^^;;;
E purtroppo vedo anche che perseverano... stupende le borchie delle cinture di Link e dello zio... dove le hanno trovate, che me le faccio fare pure io? L'ineffabile espressione da pesce lesso di Zelda... magari rimanesse per sempre in quella gabbia... Link e Zelda finalmente riuniti! L'apparizione di Ganon, sicuramente da antologia. Supera pure quelle nei vari giochi di Zelda.
 

The Legend of Zelda © Nintendo
There is no intent of violation of such copyright.