Il forum di The Lost Woods!La chat ufficiale del sito!Per essere sempre aggiornato sulle novità del mondo di Zelda!La galleria dei fan work!Il canale YouTube di TLW.Net, con tutti i filmati del sito e molto di più!    
 

Iscriviti alla newsletter
Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:

Nome:
E-Mail:

Iscriviti Rimuoviti

powered by bravenet.com

 

 

Nintendo Club

Zelda's Temple

Nintendo
Underconstruction

NintenDifference

Interactive Games

Pokemon Game

AreaNintendo

Tales of Symphonia Forum

Tales of.it

Playerinside.it

Xenogears Italia

Italian Site of Umineko no Naku koro ni

Hina World

Phoenix Wright: Ace Attorney Italian Forum

Kurain Village

GTO The Great Site

Shiritori Figures

 

Storia della Creazione

La Guerra del Sigillo

Le favole di Termina

La Leggenda dell'Eroe del Tempo

Personaggi

Mappe

Soluzioni

Bestiari

Preview

Recensioni

Terze Parti

Altri giochi

Cammei di Zelda

Confronto delle Mappe: OoT-ALttP

Cronologia dei Capitoli

Curiosità

Interviste

Speciale adattamento TWW

Zelda Quote

La Triforce: Miti e Simboli

Zelda mai visti

The Legend of Fake

Il diario degli sviluppatori di Twilight Princess

Elenco file MIDI

Official Artwork

Screenshot

Box Art

Scansioni da riviste

Cartoon

Action Figure

Fumetti

Colonne Sonore

Zelda Box

Zelda no Video

Speciale guide strategiche giapponesi

Zelda Museum

Invia i tuoi fan work

Fan Art

Fan Comic

Raccolta di Oekaki

Fan Fiction

Poesie

Cosplay

Humour

Fan Craftwork

Articoli

Come realizzare un cosplay di Zelda

The Silvestris Collection

PikminLink Zelda Cosplay

The Legend of Zelda: The Hero of Time

Contest

Vincitori dei contest

Filmati

Font

Fumetti

GIF Animate

Giochi

Musiche

Scan dei manuali

Soluzioni scaricabili

Tab musicali

Wallpaper

The Lost Woods.Net Official Forum

The Lost Woods Chat

Mayoi no Mori Oekaki BBS

Link(s)

Profilo della webmaster

Crediti

 

| PROFILO DELLA WEBMASTER |

Eccomi qui. Quella nell'immagine sopra sono io. Beh, una libera - molto libera - interpretazione che ho dato di me medesima. Il mio nome d'arte è Shari R'Vek, non saprete mai il mio nome anagrafico, né tantomeno il mio cognome perché non mi piacciono per niente: chiamatemi solo Shari, mi farete un favore. Vi basti sapere che sono nata il 22 agosto del 1982, che da quando ero nella pancia di mia madre già disegnavo (testuali parole dettemi dalla mia prof. di Arte delle Medie, anche se in realtà ho iniziato a disegnare ""bene"" soltanto a partire dai 13 anni) e che ho pubblicato su una fanzine (I Soliti Ignoti, uscita solo in fiera). Se volete leggere qualche mia delirante elucubrazione potete andare sul mio Blog, e per vedere qualche tremebondo parto della mia fantasia (malata) potete fare un salto nella mia Galleria su DeviantART, in cui tra l'altro troverete una lista (non completa al 100%) di tutti i personaggi che più mi sono piaciuti o attualmente mi piacciono, fra anime, manga e videogiochi. Non ho messo anche quelli di libri e film sennò facevamo notte. Comunque, W i tipi fighi, possibilmente intelligenti, con gli occhiali e i capelli lunghi! XD
E ora qualche informazione personale (ma chi se ne...). Da piccola, molto lentamente ho incominciato ad appassionarmi ai giochi per computer e solo molto, moooolto più tardi sono entrata nel magico mondo dei manga! Da allora non ne sono più uscita, anche se mi destreggio fra di essa e altre passioni. Sono impegnata nella realizzazione di mille progetti, e questo sito non è che uno dei molti (sicuramente è quello che porto avanti con maggior piacere!). L'idea di creare un sito web ha cominciato a formarsi già dalla seconda metà del 1999, ed ha assunto poi i connotati di pagina (quasi) interamente dedicata a Zelda dopo le prime tre (3) ore di gioco ad Ocarina of Time. Dopo avere visitato alcuni siti su Zelda trovati con svariati motori di ricerca ho poi deciso definitivamente! Allora ho cominciato a leggermi un libro di linguaggio HTML3 scoprendo che la realizzazione di un sito da pubblicare sul Web è non solo facile, ma anche divertente come poche cose al mondo, a volte anche più di certi videogiochi, oltre ad essere un'operazione piuttosto creativa. Ho così scoperto un'altra delle mie vocazioni, oltre al disegno di fumetti e alla traduzione ossessivo-compulsiva.
In generale, i miei gusti in fatto di forme espressive si orientano attualmente sul fantasy atipico ed eclettico (chi aveva già letto il mio vecchio profilo nelle passate versioni di TLW ricorderà forse che al posto di questo c'era scritto fantasy puro, inteso come high fantasy stile Dragonlance e Lodoss... diciamo, per farla breve, che le mie preferenze sono cambiate parecchiuccio, nel corso di questi anni), che possibilmente poggi su basi solide e offra uno scenario ben strutturato con giustificazioni che vadano un po' oltre il "è fantasy e quindi ci schiaffo robottoni, religioni esoteriche ad minchiam e fesserie varie". Amo anche le commistioni tra fantasy e fantascienza e opere, pur se sempre d'intrattenimento, di una certa complessità, che scavino a fondo nella psicologia dei personaggi e che offrano un plot dettagliato, insolito e il più possibile maturo. Quando le due cose si incontrano e vantano oltre a tutto questo anche una certa originalità, allora si fa festa! Tra i pochi anime che mi piacciono figurano Five Star Stories, gli OAV di Record of Lodoss War, Escaflowne, Cowboy BeBop, Last Exile, Wolf's Rain, Nausicäa, Mononoke Hime (e altri dello Studio Ghibli, non dico l'intera produzione un titolo dopo l'altro altrimenti la bio si trasforma in una lista di film d'animazione), .Hack//Sign, X-La Serie Animata, Perfect Blue, Noein (needs more love indeed!) e Death Note. Non mi piacciono le sdolcinatezze e solitamente preferisco che videogiochi, manga o anime posseggano una vena caustica più o meno spiccata, mentre apprezzo moltissimo la resa delicata dei rapporti d'affetto e d'amicizia che intercorrono tra gli esseri umani. Le storie d'amore fini a se stesse non solleticano il mio interesse e non mi reputo una persona molto romantica, bensì piuttosto un maschiaccio (e infatti nelle mie storie a fumetti, o meglio, nei miei aborti di storie a fumetti, l'amore in senso tradizionale è quasi assente).
Parlando in generale della storia della mia passione, dopo essermi appassionata a Zelda: A Link to the Past, il mio primo Zelda, sono anche diventata una otaku di Lodoss War. Non è una serie che ha molto a che vedere con Zelda, dato che una è un poema d'eroi che riprende fedelmente le caratteristiche di D&D (Lodoss War) e l'altra possiede primariamente gli stilemi della favola (Zelda, anche se li mischia ad altri elementi). Comunque il mio amore per Zelda è venuto prima, e Ocarina of Time lo ha rivitalizzato e amplificato dopo tre anni di quasi ibernazione.
Fumetti preferiti (mi sa che facciamo notte sul serio): tutti quelli importanti delle CLAMP, tanto per cominciare, e in particolare quelli facenti parte della "sacra triade". Per primo RG Veda, che è il mio preferito in assoluto dei loro, poi X/1999 e Tokyo Babylon e a scendere Clover, XXXHolic, Wish, le varie storie brevi, Rayearth e Card Captor Sakura. Poi Berserk, InuYasha (questi due solo fino a che non si sono trasformati nella sagra del brodo di pollo allungato con dieci litri d'acqua), Proteggi la mia Terra, Global Garden, Manga Bomber, Rai di Joji Manabe e altri assortiti dello stesso autore, 3x3 Occhi più Trinetra (vale lo stesso discorso di Berserk e InuYasha), quel capolavoro assoluto che è Death Note, uno dei pochi fumetti di cui sia effettivamente fissata a livelli "da videogioco", ES di Fuyumi Soryo, 20th Century Boys, Anatolia Story, roba varia di Tsutomu Nihei, Victorian Romance Emma e Genshiken; sul fronte dei fumetti occidentali, Rigel, sia la serie originale che Interlunium (bellissimo) e Gea.
Per quanto riguarda invece gli altri videogiochi (mica esiste solo Zelda...), adoro il meraviglioso JRPG della Overworks Skies of Arcadia (di cui spero sempre di vedere un seguito ambientato nei tempi antichi), Phantasy Star Online (un'istituzione, e ci mancherebbe altro visto che ci ho giocato da marzo del 2001, ossia da quando è uscito in versione PAL per Dreamcast, fino a metà 2003), Resident Evil, specie il 2 e CODE: Veronica (anche se questa serie ha perso ai miei occhi un po' del suo fascino, comunque riguadagnato in parte grazie al maestoso RE4), i primi due Soulcalibur (meravigliosi ed insuperabili, i migliori beat 'em up tridimensionali della storia) e Metroid, in particolare Super Metroid e Metroid Prime, che è uno dei giochi più coinvolgenti che abbia mai visto e che mi ha fatto "fare pace" con i giochi in prima persona, anche se non è un FPS e il primo che lo dice si ritrova con le mani cioncate. Anche se continuerò a dimenticarmene altri, tra i miei preferiti entrano inoltre a pieno diritto il classico Chrono Trigger, l'incredibile Xenogears, lo straordinario terzetto dei Phoenix Wright: Ace Attorney che mi fa bruciare d'amore e di passione, Baten Kaitos, Fire Emblem: Path of Radiance e Radiant Dawn, Eternal Darkness e il fantastico Tales of the Abyss, migliore del Tales of Symphonia prima presente in questo elenco. Mi attirano molto i MMORPG, e uno dei miei più grandi e perenni rimpianti è quello di non poterne giocare nessuno come si deve.
Sul fronte dei giochi più in generale mi piace moltissimo giocare di ruolo, ma solo se il master è bravo e flessibile e soprattutto dà più importanza a storia e interpretazione che non a statistiche e lanci di dadi. Prima avrei detto che senza Dragonlance non se ne sarebbe fatto niente (aggiungendo un dehihi), ma al momento sono molto curiosa riguardo a Vampire: The Masquerade, perché voglio crearmi un Ventrue figoso... nel frattempo il mio pg feticcio è Slan Soulblaze, una maga mezz'elfa dai capelli rossi e dalle Vesti altrettanto Rosse che uso in Dragonlance ma anche nei MMORPG che nonostante tutto mi ostino a provare.
Letture: dopo un'infanzia passata a leggere svogliatamente i libri assegnati a scuola sono diventata una fanatica di lettura e romanzi. Oltre a Lovecraft amo ovviamente il fantasy ed in particolar modo Dragonlance (solo le due trilogie delle Cronache e delle Leggende, però, il resto è dimenticabile... Raistlin comunque è uno dei miei Dei, ci tenevo a sottolinearlo), poi Harry Potter, della cui serie il mio libro preferito è il quarto seguito a ruota dal terzo e dal sesto, alcune cose della letteratura italiana, come Verga e Camilleri (entrambi autori provenienti dalla Sicilia, peraltro, come un quarto della mia famiglia), la letteratura giapponese antica e medievale, Genji Monogatari e Racconti di Pioggia e di Luna su tutti, e in ambito semi-contemporaneo Tanizaki. A questi grandi amori "classici", per dir così, aggiungo La Storia Infinita, Queste Oscure Materie, i primi tre libri del Ciclo della Fondazione di Asimov e gli splendidi, meravigliosi, incredibili quattro libri del Ciclo di Hyperion di Dan Simmons (grazie Metalmark, Dyack sei un grande anche perché ti piacciono), un trionfo sci-fi grondante di idee e di citazioni e dall'immaginazione quasi esagerata.
Musiche: tutte le colonne sonore dei giochi sopracitati più il rock Anni '60/'70, soprattutto gli Emerson Lake & Palmer in Tarkus. Inoltre mi piacciono le sonorità medievali, celtico-irlandesi, arabeggianti, andine, giapponesi, Skunk Anansie (Skin), la musica in stile classico, i canti da chiesa e la meravigliosa soundtrack di Kill Bill che merita di essere inserita in una categoria a sé, anche se la maggior parte dei pezzi che la compongono non sono originali.
Altri gusti: sono una fan di Star Trek, forse non una trekker DOC ma insomma qualcosa di simile, che idolatra The Next Generation e ama Deep Space Nine e parte di Voyager; adoro i film della Lucasfilm, in particolare i tre Indiana Jones (eh? C'è un quarto film? Dove?!), Willow e un po' meno la trilogia classica di Star Wars, i film visionari, la fantascienza onirica e quella basata sugli squilibri temporali (trilogia di Ritorno al Futuro in testa, per quanto trattasi più di un ibrido con la commedia). Altri film di culto sono Matrix (solo il primo!) e Kill Bill Volume 1, nonché The Prestige, le opere di Stanley Kubrick e Tim Burton (Johnny Depp :Q_______ ) in generale, i Monty Python, i tre lungometraggi animati di Bruno Bozzetto, Ghostbusters e alcune cose di Terry Gilliam che prima mi ero dimenticata di menzionare: L'Esercito delle Dodici Scimmie, I Banditi del Tempo, Il Barone di Munchausen e Brazil. E un botto d'altri, visto che nasco come cinefila e non per modo di dire, se contiamo che i miei genitori mi hanno fatto vedere film su film sin da quando ero nella sopracitata pancia e che sono cresciuta in mezzo a una videoteca pressoché sconfinata. Mi sono anche scoperta, a mia insaputa, una fan del fanta/psico/cyberpunk/horror: leggo Berserk dalla prima all'ultima pagina, stravedo per Blame! e le opere correlate, guardo Il Seme della Follia quasi senza spaventarmi e mi piace un casino Lovecraft.
Se vi siete stufati delle notazioni da nerd, ora si passa al carattere: non nel senso che ce l'ho da schifo, anche se è vero, ma in merito alle mie inclinazioni personali. Mi piace, anzi bramo la sincerità in chi conosco e ho orrore dell'ipocrisia e della falsità e delle cose tenute nascoste in nome di fantomatiche priorità di un'amicizia sull'altra. Sono una vera frana a relazionarmi con gli altri, spesso mando a spasso delle amicizie per la mia paura d'importunare e patisco una certa rigidità nella definizione dei rapporti interpersonali, ma se non altro mi reputo leale verso chi ho in simpatia (se poi questo sia vero o meno non sta a me dirlo). Altre cose che detesto sono l'ignoranza e i pregiudizi, con questo intendendo coloro che supponentemente e con aria di sufficienza sparano a zero o pretendono di sapere ogni cosa di ciò che in realtà non capiscono, pensando di poter zittire chi invece quegli argomenti li conosce sul serio e imponendo la loro opinione sotto forma di imprimatur su quel che altri hanno il diritto di fruire. Tutto il mio disprezzo a chi si crede tanto superiore agli altri da poter giocare con le vite e le emozioni di creature che ritiene dei meri oggetti da trattare senz'alcun rispetto, come chi abbandona gli animali.
Cosa vorrei trovare nell'uovo di Pasqua o sotto l'albero: un milione di euro (abbondando, due) per comprare tutto quello che vorrei tra videogiochi, gadget, artbook, manga, libri e DVD senza dovermi preoccupare di rimanere senza soldi e poi per andare in Giappone :3
Dopo tre anni di studio, mi sono diplomata in Lingua e Cultura Giapponese all'IsIAO di Roma, anche se penso che dovrò ritenermi in perenne apprendimento di questa lingua affascinante ma strana. Teoricamente mi servirebbe per non dover neppure più comprare i giochi in inglese e gustarmeli direttamente nella lingua originale, ma pretese assurde a parte mi piacerebbe diventare traduttrice da inglese e giapponese di libri, videogiochi e manga. E questa non è una pretesa assurda? Beh, sì.
Direi che dopo questo ho parlato anche abbastanza delle mie facezie e non posso certo mettermi a raccontare anche un solo particolare della mia vita (oltre a quelli che c'hai sciorinato senza che nessuno te l'abbia chiesto?, direte voi), perché vi annoierei più di quanto so di aver già fatto, e poi si tratta di cose che rientrano nella sfera privata e tutto il resto!
Mi raccomando, leggete il mio sito, così mi ricompenserete della fatica che ho fatto (anche se è una delle poche fatiche che mi faccia piacere compiere...)!

 

The Legend of Zelda © Nintendo
There is no intent of violation of such copyright.