Il forum di The Lost Woods!La chat ufficiale del sito!Per essere sempre aggiornato sulle novità del mondo di Zelda!La galleria dei fan work!Il canale YouTube di TLW.Net, con tutti i filmati del sito e molto di più!    
 

Iscriviti alla newsletter
Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:

Nome:
E-Mail:

Iscriviti Rimuoviti

powered by bravenet.com

 

 

Nintendo Club

Zelda's Temple

Nintendo
Underconstruction

NintenDifference

Interactive Games

Pokemon Game

AreaNintendo

Tales of Symphonia Forum

Tales of.it

Playerinside.it

Xenogears Italia

Italian Site of Umineko no Naku koro ni

Hina World

Phoenix Wright: Ace Attorney Italian Forum

Kurain Village

GTO The Great Site

Shiritori Figures

 

Storia della Creazione

La Guerra del Sigillo

Le favole di Termina

La Leggenda dell'Eroe del Tempo

Personaggi

Mappe

Soluzioni

Bestiari

Preview

Recensioni

Terze Parti

Altri giochi

Cammei di Zelda

Confronto delle Mappe: OoT-ALttP

Cronologia dei Capitoli

Curiosità

Interviste

Speciale adattamento TWW

Zelda Quote

La Triforce: Miti e Simboli

Zelda mai visti

The Legend of Fake

Il diario degli sviluppatori di Twilight Princess

Elenco file MIDI

Official Artwork

Screenshot

Box Art

Scansioni da riviste

Cartoon

Action Figure

Fumetti

Colonne Sonore

Zelda Box

Zelda no Video

Speciale guide strategiche giapponesi

Zelda Museum

Invia i tuoi fan work

Fan Art

Fan Comic

Raccolta di Oekaki

Fan Fiction

Poesie

Cosplay

Humour

Fan Craftwork

Articoli

Come realizzare un cosplay di Zelda

The Silvestris Collection

PikminLink Zelda Cosplay

The Legend of Zelda: The Hero of Time

Contest

Vincitori dei contest

Filmati

Font

Fumetti

GIF Animate

Giochi

Musiche

Scan dei manuali

Soluzioni scaricabili

Tab musicali

Wallpaper

The Lost Woods.Net Official Forum

The Lost Woods Chat

Mayoi no Mori Oekaki BBS

Link(s)

Profilo della webmaster

Crediti

 

SSBM|Chara SSBM|SCII|SSBB

 

| SOULCALIBUR II GAMECUBE |

La notizia si era sparsa dapprima come semplice voce di corridoio, ed ai più (tra i quali la sottoscritta) era parsa completamente infondata. Poi han cominciato a circolare degli screenshot che lo mostravano tra i combattenti del seguito del miglior beat'em up mai uscito, sebbene queste foto fossero palesemente ritoccate. Le voci si sono fatte sempre più insistenti, finché nell'ultimo periodo prima dell'uscita di Soulcalibur II è stato ufficialmente reso noto, anche tramite screenshot presi dal gioco vero e proprio, che Link, l'Hylian in tenuta verde protagonista di una delle saghe più popolari della Storia videoludica, sarebbe stato incluso tra i personaggi giocabili della versione cubica del picchiaduro in questione; il look scelto per includerlo nella rosa dei combattenti è ovviamente quello considerato più popolare, ovvero quello adulto di Ocarina of Time, opportunamente intruzzito. Alcuni di voi (evidentemente non avete ancora provato le delizie dell'ultimo gioco Namco... precipitatevi in negozio) si staranno probabilmente chiedendo cosa diavolo c'entri Link nell'ambientazione palesemente storica (si fa per dire), ma soprattutto estremamente cupa ed anche parecchio "cool", di Soulcalibur. Io posso solo dirvi: boh! Ancora adesso infatti mi chiedo il perché dell'inclusione di un chara che non ha assolutamente nulla a che vedere con un'atmosfera da Sedicesimo secolo (terrestre)! Per fortuna hanno almeno fornito una spiegazione sul perché il nostro Hylian preferito si trovi sulla Terra in quel particolare periodo; esaminerò la questione più avanti, anche riportando le testuali parole scritte nel suo profilo.

Ma detto questo, una breve spiegazione è d'obbligo per chi avesse avuto la sfortuna di perdersi uno dei capolavori dell'era Dreamcast e giungesse, quindi, impreparato all'impatto del sequel di quel grandissimo gioco. Correva l'anno 1996 (circa), ed il mondo dei videogiochi venne scosso dall'apparizione di un titolo che faceva tremare le vene e i polsi per la sua eccellenza grafica (per quei tempi): io stessa vedendolo in sala giochi ne rimasi assolutamente strabiliata anche se alla fin fine, nonostante tutti fossero concordi nel giudicare impressionante la sua grafica, non ottenne il successo tributato ad esempio a un Tekken a caso. Il gioco in questione si chiamava Soul Blade (Soul Edge in Giappone), e venne convertito anche per PSX. Circa tre anni più tardi fu la volta del suo seguito, chiamato Soulcalibur ed apparso su coin operative oltre che, in versione riveduta e corretta, sul bellissimo e sfortunato Dreamcast. La qualità grafica di Soulcalibur raggiungeva vette supreme nella fluidità dei movimenti, ma anche nell'accuratezza nei dettagli di scenari e modelli poligonali, reggendo benissimo il confronto anche con titoli usciti successivamente nella stessa generazione. Ma torniamo a noi. Oggi, nell'anno di grazia 2003, dopo altri tre/quattro anni, Soulcalibur II esce finalmente in sala e sulle tre più recenti console a 128 bit. Ancora una volta si tratta sicuramente di un capolavoro, graziato da una meccanica di gioco assolutamente perfetta, da una grandissima varietà di opzioni da sbloccare e da un aspetto grafico che ha il potere di ridurre anche il più impassibile degli esseri umani in un budino tremolante alla vista di tale meraviglia. Purtroppo i progressi grafici dal predecessore sono non dico impercettibili, ma sicuramente meno evidenti di quanto ci si sarebbe aspettati: la mia spiegazione è che probabilmente non si poteva fare molto meglio rispetto al primo Soulcalibur, soprattutto contando che, in fondo, i bit sono sempre 128... in compenso i personaggi importati dal primo Soulcalibur - ma anche quelli nuovi, of course, solo che in questo caso non si può fare il confronto - hanno un character design ancora più esagerato e maturo, ma ancora appropriatissimo al genere di gioco. Torniamo a noi, e più precisamente all'introduzione di Link in Soulcalibur II. Tutte e tre le versioni casalinghe includono un personaggio esclusivo per ogni console: Heihachi Mishima (da Tekken) per la PS2, Spawn (famosissimo personaggio dei comic inventato da Todd McFarlane) per Xbox, e appunto Link per GameCube. La prima impressione, come ho detto, è che l'Hylian verdevestito si trovi piuttosto spaesato in mezzo a una torma di truci guerrieri, rudi samurai e cattivissimi pirati (senza contare le dominatrici sadomaso e le ragazzine acqua e sapone...), pensando anche che, essendo il suo modello poligonale realizzato in modo curatissimo in tutti i dettagli, si scorgono piuttosto bene i suoi lineamenti, per così dire, "elfici".

Ma come si comporta Link alla prova del fuoco? Iniziamo col dire che molte sue mosse sono riprese da Super Smash Bros Melee, anche se la cosa non si nota più di tanto anche perché i tasti per eseguirle sono totalmente differenti, e sicuramente le combinazioni di pulsanti sono molto più complesse. Proseguiamo poi col notare che anche qui, come in Smash Bros, Link è dotato dei suoi fidi strumenti, ovverosia il Boomerang, le frecce (sia di fuoco che di ghiaccio) e le Bombe. Ora io dico che queste aggiunte in realtà non fanno altro che rendere meno adatto a questo genere di giochi il personaggio. Se in Super Smash Bros la cosa era accettabilissima, in quanto trattasi di un gioco caratterizzato da una fusione di tipologie che vanno oltre il semplice picchiaduro, in un beat 'em up puro (anche se comunque particolare, data la presenza delle armi), tra l'altro dotato per la maggior parte di mosse estremamente credibili, queste aggiunte sono fuori luogo. Contando poi che tutti gli altri personaggi dispongono unicamente di mosse all'arma bianca, ed essendo abituati al "modus videogiocandi" di Soulcalibur, appare piuttosto ostico adattarsi alla presenza delle armi da lancio nell'arsenale di Link. Ma in fondo basta conoscere i pulsanti che attivano le mosse in questione per evitarle, se si vuole essere dei puristi di Soulcalibur (ma se si vuole essere dei puristi, aggiungo io, non si va certo a scegliere Link come proprio personaggio!). Le altre mosse, ovvero quelle all'arma bianca, e quindi più consone allo spirito del gioco, sono tutte molto belle da vedere, estremamente efficaci e dotate di una velocità invidiabile; in poche parole, Link MENA COME UN FABBRO. Stategli lontani se lo dovete affrontare! Se invece siete voi a controllarlo, dovrete probabilmente prenderci un po' la mano perché non è il personaggio più immediato di tutti. E adesso passiamo alle frivolezze, per la serie: cosa ci fa Link alla ricerca della Soul Edge? Presto detto: dopo aver sconfitto il malvagio Ganondorf (o chi per lui) che aveva oscurato le terre di Hyrule, Link scoprì che in realtà lo stregone era manovrato da un potere oscuro (la Soul Edge) che proveniva da un altro mondo. Dunque si mise alla ricerca dell'origine del male che aveva funestato Hyrule (come abbia fatto ad arrivare sulla Terra non so.... forse con l'Ocarina?). In conclusione, voi fate come volete; io per spaccare tutto in Soulcalibur preferisco affidarmi ad altri combattenti, per esempio Xianghua, oppure Kilik (:love:) o Raphael (doppio :love: :P ). Link invece lo preferisco nelle praterie di Hyrule (o nel Great Sea, ormai... sigh...), anche se tutto sommato questa sua incursione in un gioco di genere tanto diverso dal suo solito non è poi tanto male, anzi devo dire che si sono sforzati per integrarlo il meglio possibile (lo hanno anche fatto "muto", ovvero durante i combattimenti non parla ma emette solo delle urla di battaglia, com'è giusto che sia), nonostante la mia perplessità rimanga.

"Questa è la terra di Hyrule, un mondo pacifico benedetto dagli Dei. Tuttavia, un giorno questa pace fu improvvisamente interrotta. Dopo che per un certo tempo ebbero infuriato disastri come inondazioni e siccità, infine il sole fu completamente coperto da nuvole oscure. Tutti questi disastri furono causati dalle azioni di uno stregone il cui cuore era stato conquistato dalle tenebre.

Derubata del sole, Hyrule era oscurata dalle nubi anche di giorno. Saggi e maghi tentarono di resistere alla magia, ma non poterono modificare il corso degli eventi. Il sole continuò ad essere nascosto, ed essi poterono soltanto riconoscere la forza del potere del malvagio stregone. Alla fine, il sorriso scomparve dai volti della gente, e gradualmente la speranza fu persa in tutta Hyrule...

Col passare di queste giornate, proprio quando tutti si erano ormai arresi ed Hyrule stava per avviarsi alla fine, il sole tornò nuovamente. Convocato dalla Principessa Zelda per risolvere la situazione, Link sconfisse lo stregone alla fine della sua avventura. Dopo tanto tempo, i raggi del sole riuscirono ad aprirsi un varco e portarono grande gioia a tutte le genti. Hyrule era nuovamente viva ed in pace, senza alcun pensiero.

Tuttavia, i Saggi rifletterono sulla situazione. Lo stregone che aveva rubato il sole un tempo era stato un mago buono. Cosa poteva averlo cambiato? Ne determinarono la causa dopo molte discussioni. Si trattava di un male che lo aveva raggiunto da un luogo al di fuori di Hyrule.

La spada malefica divoratrice di anime, Soul Edge. Una spada spaventosa esistente in un mondo differente da Hyrule, che possiede il cuore di chi la impugna. La cosa positiva era che la Soul Edge si era divisa in molti pezzi. Sfortunatamente una delle schegge di Soul Edge era arrivata sino ad Hyrule. In un qualche modo, per una coincidenza aveva raggiunto lo stregone, ed immediatamente la malignità di quel frammento lo aveva soggiogato. Mentre la spada malefica si alimentava, il sole veniva oscurato, ed Hyrule precipitava nella crisi.

Sebbene la spada malefica fosse danneggiata, non v'era dubbio che esistesse un pericolo nella sua capacità di attrarre verso il male i cuori delle persone. Durante quegli eventi, la Soul Edge era venuta a conoscenza dell'esistenza di Hyrule. Presto o tardi, avrebbe sicuramente allungato la sua mano verso quelle lande.

I Saggi conferirono ancora una volta sulla Soul Edge, e decisero che la riunione dei rimanenti frammenti nell'altro mondo, in modo che la Soul Edge fosse riunita in un futuro non distante, doveva essere fermata. Non c'era un momento da perdere. Esisteva un'unica soluzione per prevenire la completa risurrezione della spada malefica!

Sentendo parlare della spada malefica Soul Edge, Link annuì in silenzio.

Per prevenire altra sofferenza, aveva deciso di attraversare l'altro mondo per distruggere la Soul Edge.

Una notte, mentre gli abitanti della città, che non sapevano nulla della Soul Edge, dormivano tranquillamente, si preparò per il suo viaggio solitario. Master Sword, Hylian Shield, Fairy Bow, Boomerang, Bombe... e Ocarina. la sua preparazione era completa.

Ora, per porre fine all'origine del male, suoniamo l'Ocarina!"


 

The Legend of Zelda © Nintendo
There is no intent of violation of such copyright.